sabato , 20 luglio 2019

Home » Cronaca » Scuole superiori, nel Veronese il via il 12 settembre con 34520 studenti

Scuole superiori, nel Veronese il via il 12 settembre con 34520 studenti

agosto 28, 2018 5:05 pm Category: Cronaca, In evidenza, ultimaora Scrivi un commento A+ / A-

Il presidente della Provincia, Antonio Pastorello, e il suo vice Pino Caldana (a destra)

Saranno 34520 gli studenti che mercoledì 12 settembre affronteranno il primo giorno di scuola negli istituti superiori della Provincia di Verona. Lo ha comunicato oggi l’amministrazione provinciale, dopo che ieri, lunedì 27 agosto, il presidente Antonio Pastorello ha deliberato la Programmazione degli spazi per gli istituti superiori di competenza provinciale per l’anno scolastico 2018/19.

Il numero totale degli iscritti – comunicati dall’Ufficio Scolastico Provinciale – è pari a 34.520, con un calo complessivo di 52 studenti rispetto all’anno scolastico precedente. Resta invece invariato il numero di classi previste: 1.517. «Gli spazi individuati sono adeguati per tutti gli istituti, ovvero la grande maggioranza, che hanno rispettato i limiti di iscrizioni posti dalla normativa vigente – avverte Pastorello -. Il documento segue gli incontri avvenuti tra i tecnici della Provincia e i dirigenti scolastici e i sopralluoghi finalizzati all’analisi delle planimetrie degli istituti e dei piani di sicurezza delle strutture».

La delibera, inoltre, analizza la situazione di tutti gli ambiti scolastici provinciali e per tre in particolare prevede delle azioni immediate o comunque da porre in essere entro l’autunno.mNel dettaglio, sia nell’ambito Est-San Bonifacio (Vr4) sia in quello Isola della Scala-Villafranca (Vr5), si è registrato un costante aumento delle iscrizioni. La Provincia ha previsto perciò in entrambi i casi un tavolo tecnico da avviare entro l’anno con le scuole del territorio, i rappresentanti dei Comuni e l’Ufficio Tecnico Provinciale al fine di trovare una soluzione adeguata. Nel caso dell’ambito Est-San Bonifacio si vaglierà anche l’ipotesi della nascita di un “polo unico”.

Un terzo caso riguarda l’istituto Giorgi a Verona. La Provincia ha, infatti, chiesto al Comune alcune verifiche geologiche prima dell’inizio delle lezioni. Sempre per il Giorgi la delibera prevede un’eventuale ricollocazione dell’istituto per motivi di spazi destinati ai laboratori. Tra le possibili aree prese in esame quella di piazzale Guardini, alle spalle della stazione ferroviaria di Porta Nuova.

 

 

Scuole superiori, nel Veronese il via il 12 settembre con 34520 studenti Reviewed by on . [caption id="attachment_20981" align="alignnone" width="300"] Il presidente della Provincia, Antonio Pastorello, e il suo vice Pino Caldana (a destra)[/caption] [caption id="attachment_20981" align="alignnone" width="300"] Il presidente della Provincia, Antonio Pastorello, e il suo vice Pino Caldana (a destra)[/caption] Rating: 0

Scrivi un commento

Devi essere logged in per scrivere un commento.

scroll to top
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com