martedì , 25 settembre 2018

Home » Basso Veronese » Zevio, due minorenni indagati per il senzatetto morto carbonizzato

Zevio, due minorenni indagati per il senzatetto morto carbonizzato

gennaio 11, 2018 11:05 am Category: Basso Veronese, Cronaca, Cronaca, In evidenza, ultimaora Scrivi un commento A+ / A-

Avrebbero dato fuoco all’auto dove il povero senzatetto marocchino abitava, lasciandolo morire tra le fiamme. È la terribile accusa con il quale sono indagati due minorenni di Zevio per la morte di Ahamed Fdil, il senzatetto di 64 anni trovato carbonizzato la sera del 14 dicembre nella sua auto in via De Gasperi a Santa Maria di Zevio. I magistrati del Tribunale di Venezia hanno indagato due minorenni del paese.

Per la morte del senzatetto, una persona mite che non disturbava nessuno e che tutti in paese conoscevano, in un primo momento si era pensato ad un incidente: l’uomo era un accanito fumatore ed anche dedito all’alcol e appariva plausibile che si fosse addormentato con una sigaretta accesa provocando l’incendio. Ora la sconvolgente ipotesi del coinvolgimento di due minorenni, che secondo alcune voci da tempo avevano preso di mira l’uomo. Un omicidio gratuito che rimanda al 1990 quando a Verona un clochard, Olimpio Vianello, da tutti conosciuto come “El Crea”, venne ucciso a pugni e calci da un branco di giovani.

Zevio, due minorenni indagati per il senzatetto morto carbonizzato Reviewed by on . Avrebbero dato fuoco all'auto dove il povero senzatetto marocchino abitava, lasciandolo morire tra le fiamme. È la terribile accusa con il quale sono indagati d Avrebbero dato fuoco all'auto dove il povero senzatetto marocchino abitava, lasciandolo morire tra le fiamme. È la terribile accusa con il quale sono indagati d Rating: 0

Scrivi un commento

Devi essere logged in per scrivere un commento.

scroll to top
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com