10 C
Verona
2 Marzo 2024
Cronaca In evidenza ultimaora

Affi, rubano al centro commerciale ma vengono intercettato e bloccati dai carabinieri dopo un inseguimento fino a Sandrà

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Caprino Veronese hanno arrestato questa notte un 46enne serbo per il furto di pregiati capi d’abbigliamento asportati, a seguito di una “spaccata”, dal negozio di moda “Pavin” nell’area commerciale di Affi.

L’uomo, unitamente a due complici, nella notte fra lunedì e martedì ha infranto a colpi di mazza la vetrina del negozio di abbigliamento, situato nel complesso storico denominato “Affi 1” della zona commerciale di Affi. I tre però sono stati notati da un passante che ha avvertito il 112, indicando il furgone sul quale stavano caricando la merce che trafugavano dall’interno del negozio. La Centrale Operativa dei Carabinieri di Caprino Veronese ha quindi allertato la pattuglia dell’Aliquota Radiomobile che si trovava in zona, che è riuscita ad individuare il mezzo segnalato all’imbocco della Regionale 450, distante solo poche centinaia di metri dal luogo del fatto.

Alla vista dei Carabinieri i delinquenti hanno accelerato proseguendo la marcia in direzione di Peschiera del Garda, tallonati dalla gazzella dei militari, fino allo svincolo di Sandrà. La fuga è proseguita poi sulle strade locali percorse anche in contromano, così mettendo in serio pericolo la circolazione stradale e l’incolumità degli altri utenti della strada, nel tentativo di seminare i Carabinieri, fino ad alcune strade sterrate che attraversano i vigneti. Qui, i ladri hanno perso il controllo del mezzo urtando i filari di viti i cui cavi hanno avvolto i pneumatici obbligando il veicolo a fermarsi. A questo punto due uomini sono riusciti velocemente a saltare fuori dal mezzo facendo perdere le loro tracce nel buio della notte, mentre il terzo è stato raggiunto dai Carabinieri ed è stato immobilizzato.

A bordo del furgone i Carabinieri hanno trovato innumerevoli capi d’abbigliamento delle migliori marche (DSquared, Stone Island, Ralph Lauren, Barba, Fay, Premiata e altri), dai jeans alle magliette, dai maglioni di lana ai giubbotti invernali, per un valore complessivo che supera i 70.000 euro, tutti restituiti all’esercizio commerciale.

Il furgone è invece risultato rubato la sera precedente a Sommacampagna ad un ignaro commerciante che non si era ancora accorto del furto. A bordo del mezzo sono anche state trovate le mazze e altri strumenti adatti allo scasso, utilizzati nella circostanza, ed una sofisticata chiave elettronica impiegata per l’accensione del mezzo, che sono stati sottoposti a sequestro per lo svolgimento di ulteriori accertamenti.

L’uomo, un serbo di 46 anni che annovera precedenti specifici, è stato tratto in arresto per furto aggravato, dandone comunicazione al PM di turno presso la Procura della Repubblica di Verona che ha disposto, per la mattinata odierna, il processo con rito direttissimo innanzi il Tribunale di Verona. All’esito della direttissima il Giudice ha convalidato l’arresto e disposto la misura cautelare in carcere rinviando il processo alla prossima udienza.

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, Progetto Fuoco chiude con 45mila operatori professionali nei padiglioni (+12% estero)

massimo

Lavagno, il farmacista Vanzan candidato a sindaco unitario per il centrodestra

massimo

San Bonifacio, sorpreso in uno stabile abbandonato con della refurtiva, minaccia i Carabinieri con un coltello

massimo

Legnago, l’onorevole Maschio impone Longhi come candidato e il centrodestra si spacca

massimo

Isola della Scala, lettera aperta di Canazza al consiglio comunale: «Sulla piazza accogliamo all’unanimità la richiesta di un referendum»

massimo

Valeggio sul Mincio, piove in classe al Carnacina e gli studenti scioperano appoggiati da genitori e insegnanti

massimo