7.7 C
Verona
2 Dicembre 2022
Basso Veronese Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora

Albaredo, uccise dal figlio maggiore, fatte a pezzi e gettate in Adige

donne scomparse

Un litigio con la madre che ad un certo punto lo minaccia di cacciarlo di casa. E poi la furia di un ragazzo di 20 anni che prima colpisce la madre uccidendola e poi infierisce anche sulla sorellina di 12 anni, testimone del delitto, ammazzando anche lei. Poi, freddo e terribile, ha tagliato a pezzi i corpi delle due donne con un coltello da cucina, li ha messi in alcuni sacchi e li ha gettati in Adige. Oggi, dovrà indicare con precisione agli inquirenti dove ha fatto sparire i cadaveri che i sommozzatori tenteranno di recuperare.

Questa notte, interrogato dai Carabinieri di Legnago e dal magistrato, il giovane, Andrei Filip, 20 anni, subito ha risposto lucido e preciso, soprattutto su quel suo improvviso viaggio in Romania negli stessi giorni della scomparsa della madre, Mirela Balan, 41 anni, badante, e della sorellina, Larisa, 12 anni. Poi, però, ha iniziato a contraddirsi, a dare spiegazioni diverse su quel viaggio, su chi l’attendeva e cosa in Romania, sugli ultimi momenti che aveva visto la madre e la sorellina. Fino a scoppiare in lacrime e ad ammettere quel terribile delitto.

 

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, camionista muore in un incidente tra Tir sulla strada dell’Alpo

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Morte di Rebellin, il ricordo di Zaia: «Il ciclismo veneto perde una figura storica, esempio di atleta e di uomo»

massimo

Tragedia nel ciclismo: Davide Rebellin travolto e ucciso da un Tir mentre si allena in bicicletta

massimo

Verona, folle fuga in auto contromano in tangenziale per scappare ai Carabinieri

massimo

San Bonifacio,  arrestati dai Carabinieri i due autori della rapina ad un’anziana al cimitero

massimo