0.3 C
Verona
29 Gennaio 2023
Cronaca Cronaca Est Veronese In evidenza ultimaora

Albaredo, la seconda vittima non è un bracciante ma stava pescando

ambulanza02

Non era un bracciante il rumeno ucciso da un colpo di calore oggi ad Albaredo. L’uomo, 45 anni, stava infatti pescando in un fossato assieme al cognato quando è svenuto e non ha più ripreso i sensi a causa di un colpo di calore. Subito, stamattina, si era pensato che anche lui fosse un bracciante agricolo stagionale, visto che l’allarme era arrivato da un podere agricolo di Albaredo. E considerato quanto avvenuto lunedì, quando la prima vittima, un bracciante stagionale rumeno di 50 anni, era morto sempre per un colpo di caldo dopo aver cercato riparo a fianco della tenuta dove dal mattino stava lavorando alla plantumazione di alberi di frutta.

Condividi con:

Articoli Correlati

Innovazione, i marmisti veronesi sposano l’intelligenza artificiale nel segno di risparmio energetico e sostenibilità

massimo

Verona, l’uomo morto oggi in un incidente è un 72enne investito dalla sua auto

massimo

Soave, in municipio apre il Poliambulatorio di servizi alla persona  

massimo

Verona, 50enne perde la vita investito e schiacciato da un’auto

massimo

Casaleone, da stasera si celebra con due weekend di degustazioni ed eventi il Radicchio rosso

massimo

Viabilità, dalle 20 di stasera la Tangenziale Nord torna tutta a due corsie

massimo