23.1 C
Verona
11 Agosto 2022
Cronaca Cronaca Est Veronese In evidenza ultimaora

Albaredo, la seconda vittima non è un bracciante ma stava pescando

ambulanza02

Non era un bracciante il rumeno ucciso da un colpo di calore oggi ad Albaredo. L’uomo, 45 anni, stava infatti pescando in un fossato assieme al cognato quando è svenuto e non ha più ripreso i sensi a causa di un colpo di calore. Subito, stamattina, si era pensato che anche lui fosse un bracciante agricolo stagionale, visto che l’allarme era arrivato da un podere agricolo di Albaredo. E considerato quanto avvenuto lunedì, quando la prima vittima, un bracciante stagionale rumeno di 50 anni, era morto sempre per un colpo di caldo dopo aver cercato riparo a fianco della tenuta dove dal mattino stava lavorando alla plantumazione di alberi di frutta.

Condividi con:

Articoli Correlati

Contaminazione da Pfas, Cristina Guarda (EV): «Negli Usa sempre più pressioni per uno screening esteso»  

massimo

Aipo, fase di ispessimento delle olive

massimo

Finanza, “Banche Venete Riunite” chiude la semestrale con l’utile a 5,1 milioni. Iselle nuovo direttore generale

massimo

Politiche 2022, ““+Europa Verona”: «Calenda non rispetta i patti, per questo abbiamo rotto con lui»

massimo

S. Bonifacio, ventenne segregata per giorni in un capannone abbandonato: fugge e fa arrestare l’aguzzino

massimo

Trasporti, l’europarlamentare veronese Borchia (Lega) attacca sulle nuove restrizioni al traffico al Brennero

massimo