15.5 C
Verona
19 Maggio 2024
Cronaca In evidenza ultimaora

Allarme temporali dal centro regionale per domani e dopodomani

legnago-pioggia

Forse arriva la pioggia anche nel Veronese. È stato infatti diramato oggi alle 15 un comunicato di allarme maltempo da parte della Regione.

«In riferimento alla situazione meteorologica attesa sul territorio regionale, come da Bollettino Meteo e in base all’Avviso di criticità idrogeologica e idraulica emesso oggi alle ore 14 – sta scritto sul comunicato -, il Centro Funzionale Decentrato della Regione del Veneto, al fine di garantire un monitoraggio costante della situazione e la massima prontezza operativa del Sistema di Protezione Civile, ha dichiarato lo stato di attenzione per possibile criticità idrogeologica a causa di temporali (da riconfigurare, a livello locale, in stato di preallarme/allarme in presenza di precipitazioni a seconda della loro intensità), dalle ore 14 di domani, venerdì 14 agosto, alle ore 14 di sabato 15 agosto, nei seguenti bacini:  Alto Piave (area in provincia di BL); Piave Pedemontano (area nelle province di BL e TV);  Alto Brenta – Bacchiglione – Alpone (area nelle province di BL, TV, VI, VR);  Adige – Garda e Monti Lessini (area in provincia di VR)».

«Dalle ore pomeridiane di domani, infatti, aumentano le probabilità di locali rovesci o temporali, in particolare sulle zone montane e pedemontane, ove non si escludono locali fenomeni intensi», conclude la nota del centro regionale.

Condividi con:

Articoli Correlati

Bussolengo, il tour sulla sicurezza nella scuola della Regione arriva all’istituto Marie Curie

massimo

Verona, incontro sul tema della diffamazione online

massimo

Soave, dalle cantine le bottiglie di Recioto per la messa di Papa Francesco a Verona

massimo

Verona, oltre 2400 fotografi in gara da tutt’Italia al “The Photo Show”

massimo

Legnago, domani e domenica la mostra di pittura di Monica Saggioro alla Cascina del Parco

massimo

Maltempo, il Guà rompe gli argini e allaga i campi del Basso ed Veronese. La Cia: «Da anni gli agricoltori denunciano il pericolo»

massimo