22.3 C
Verona
15 Agosto 2022
Cronaca In evidenza ultimaora

Arresti per appalti truccati: ai domiciliari Zoccatelli direttore del ”Cev“

Zoccatelli Gaetano

Gaetano Zoccatelli. È questo il nome “esplosivo” dell’operazione della Guardia di Finanza di Verona che stamattina ha arrestato, ai domiciliari, cinque imprenditori e professionisti di Verona e del Veneto, tra cui appunto Zoccatelli, ex politico della Dc dorotea Veronese degli anni 80-90, nell’ambito di un’inchiesta per associazione a delinquere finalizzata alla turbativa d’asta e falsità materiale ed ideologica per gare d’appalto di fornitura di gas ed energia da parte del “Cev”, “Consorzio energia Veneto”. Il Cev vede come direttore appunto Gaetano Zoccatelli, presidente a Verona anche del gruppo “Vittoria Srl”, che contiene una galassia di società tra cui la  “Zoccatelli Assicurazioni e Finanza”, ma a cui sarebbero anche direttamente riconducibili le società “Global Power” e “Global Service” che poi risultavano aggiudicatarie degli appalti gestito per conto di migliaia di Comuni italiani, in particolare del Nord Italia, proprio dal “Cev”.

Sotto inchiesta sono finiti per ora tre bandi di gara per un valore di 1 miliardo e 300 milioni. A condurre le indagini il nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Verona assieme al Nucleo speciale spesa pubblica e repressioni frodi comunitarie di Roma delle Fiamme Gialle. Le indagini, coordinate dal pubblico ministero Gennaro Ottaviano della Procura della Repubblica di Verona, hanno visto oggi l’esecuzione di sette ordinanze di custodia cautelare, cinque ai domiciliari e due con obbligo di dimora, emesse dal Gip Giuliana Franciosi.

Oltre a Gaetano Zoccatelli, 69 anni, ai domiciliati nella sua abitazione di Villafranca, ai domiciliari sono stati sottoposti Luciano Zerbaro, 72 anni, residente a Sarcedo (Vicenza), sindaco della Global Service e consigliere del Cda di Cev; Marco Libanora, 52 anni, commercialista con studio a Vicenza ma residente a San Pietro in Cariano; Francesco Monici, avvocato, 34 anni, di Verona; Alessio Righetti, avvocato, 34 anni, di Verona.

Obbligo di dimora, invece, per Flavio Pertoldi, 65 anni, exsenatore del Pd, residente a Udine, consigliere del Cev e commissario di diverse gare d’appalto effettuate; e Luca Riboli, 36 anni di Verona, anche lui commissario in diverse gare fatte dal Cev e precettore di reddito dalla Global Power.

Condividi con:

Articoli Correlati

Olivicoltura, video dell’Aipo: olive entrate nella fase di inolizione

massimo

Sanità, la Cgil denuncia: «La diagnostica biologica del Centro trasfusionale di Bussolengo spostata a Borgo Roma»

massimo

Verona, al “Mura Festival” il reggae dei “Niu Tennici in Roots of San Bernardin”

massimo

Zaia ricorda Augusto Salvadori: «Un veneziano innamorato fino in fondo della sua città»

massimo

San Giovanni Ilarione, arrestato il 61enne: era tornato a casa pistola in pugno

massimo

San Giovanni Ilarione, il pensionato che ha sparato all’ex moglie senza colpirla è in fuga armato

massimo