19.5 C
Verona
25 Settembre 2022
Cronaca In evidenza ultimaora

Arriva sul mercato italiano la “Octavia Wagon RS” con trazione integrale

Octavia Rs 4

Arriva sul mercato italiano la “Octavia Wagon RS” con trazione integrale, in combinazione con il cambio DSG a sei rapporti. Il modello è presente a listino con motore 2.0 TDI 184 CV. Potenza, tecnologia e funzionalità si coniugano con prestazioni sportive.

«La nuova versione della Octavia RS con trazione integrale, permette alla Marca di mettere in evidenza la propria competenza in materia di tecnologia 4×4 – spiega Werner Eichhorn, membro del consiglio di amministrazione di Skoda -. La Octavia RS ha riscosso un buon successo e le vendite hanno superato le nostre aspettative. Questa versione a trazione integrale continuerà a guidare il trend positivo della serie».

La Octavia RS, nella sua terza versione, proposta come berlina e Wagon, è una vettura sportiva ma estremamente pratica. Il modello rappresenta al meglio i 114 anni di presenza di ŠKODA nel motorsport. Dal suo lancio nel 2000 ad agosto 2015, la Casa automobilistica ha consegnato 165.000 vetture delle tre generazioni di Octavia RS.

In combinazione con la trazione integrale, ŠKODA Octavia Wagon RS è la vettura ideale per la quotidianità, adattabile a qualsiasi situazione di guida e necessità. Velocità, tenuta, comfort, praticità sono gli elementi che rendono uniche le performance su strada del modello. Con motore 2.0 TDI 184 CV, in combinazione con cambio a doppia frizione automatico e trazione integrale, la Octavia Wagon RS accelera da 0 a 100 km/h in soli 7,7 secondi, raggiungendo una velocità massima di 224 km/h. La coppia massima di 380 Nm è 1750-3250 rpm.

Condividi con:

Articoli Correlati

Buttapietra, due operai cadono dall’alto in un cantiere: sono gravi

massimo

San Bonifacio, bimbo di 7 anni investito in piazza Costituzione

massimo

Veronafiere lancia la nuova manifestazione “Fieragricola Tech”, dedicata all’innovazione in agricoltura

massimo

Velo Veronese, uomo di 73 anni investito da un trattore: è grave

massimo

Bovolone, donato dal Comune all’ospedale S. Biagio un ecografo

massimo

Legnago, nuovo caso umano di West Nile Disease scoperto il 16 settembre

massimo