10.6 C
Verona
1 Febbraio 2023
Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora Valpolicella

Barca contro gli scogli a Rimini: una donna morta, 3 dispersi e 2 feriti

incidente-rimini-18-aprile-2017-2

Una coppia, il padre di lei ed altri tre amici, tutti veronesi e tutti con patente della Scuola di nautica di Bussolengo. Sono loro le vittime della tragedia del mare che, oggi, a Rimini all’ingresso nel porto, ha visto la barca a vela con a bordo i sei veronesi finire sugli scogli. Il bilancio è pesante: alle 22 la Capitaneria di Porto di Rimini parla di un morto, due feriti gravi, e tre dispersi in mare. Le cui ricerche continuavano nella notte con le speranze sempre più affievoliti, vista soprattutto la temperatura dell’acqua.

Il morto, e va usato il condizionale perché conferme ufficiale sull’identità delle persone coinvolte, essendoci tre dispersi, la Capitaneria non ha voluto darne, sarebbe una donna di 38 anni, di professione notaio, di Verona. Feriti gravi suo padre, un cardiologo di 65 anni, di Verona, proprietario della barca cardiologo, e il compagno, un famoso ristoratore del centro di Verona. I dispersi sarebbero tre loro amici, tutti di Bussolengo.

I sei sarebbero partiti, stando alle prime ricostruzioni effettuate dagli inquirenti romagnoli, ancora lunedì mattina da Monfalcone dove avevano la barca a vela in ormeggio, un 12 metri di nome “Di Più”. Da qui si sono diretti, e questo è sicuro, il giorno di Pasquetta a Marina di Ravenna, costeggiando l’Adriatico. L’obiettivo era poi continuare fino a Trapani, ma ieri, alla volta di Rimini, il tempo che stava più peggiorando ha convinto i sei a cercare l’approdo. Anche perché sembra abbiano avuto anche dei problemi al motore della barca. Qualcosa, di sicuro, è andato storto durante la manovra di attracco al porto turistico, difeso all’esterno da un muraglione di scogli. Proprio contro uno di questi è finita per naufragare la barca a vela, all’altezza del Rock Island, intorno alle 16,45.

Immediatamente dalla Capitaneria di Porto sono scattate le operazioni di soccorso, anche perché pare che dalla barca fosse stato comunque lanciato un segnale di difficoltà. Si sono mobilitati i militari della Capitaneria di Porto con una motovedetta, insieme ai sommozzatori Vigili del Fuoco ed al personale del 118 con tre ambulanze e l’auto col medico a bordo, Subito, gli uomini della Marina sono riusciti a estrarre dalla barca semicapovolta uno dei sei occupanti, mentre un secondo naufrago, è stato tratto in salvo in mare. Entrambi sono stati ricoverati con diverse ferite, congestione da freddo ed inizio di soffocamento da annegamento in codice rossa all’ospedale di Rimini.

Poco dopo, però, i sommozzatori dei Vigili del Fuoco hanno trovato nello specchio d’acqua davanti alla spiaggia libera il corpo senza vita di un terzo componente dell’equipaggio della barca a vela: la donna. All’appello mancano però ancora tre dispersi. Sul posto per le ricerche anche l’elicottero del 115 che sta sorvolando la zona.

All’origine dell’incidente presumibilmente le avverse condizioni atmosferiche, con mare molto mosso e raffiche di vento dai quadranti nord-orientali, con punte nel primo pomeriggio anche di 75 chilometri orari. Tanto che la Protezione Civile aveva diramato un’allerta meteo dalle 18 di mercoledì alle 8 di giovedì per “vento e stato del mare”.

Condividi con:

Articoli Correlati

Processo Pfas, studio professoressa Facchin coerente col reato di disastro ambientale

massimo

Verona, “Rossi Moto” nuova concessionaria ufficiale Suzuki per il Veronese

massimo

Calcio Serie D, il Legnago Salus offre il bus ai tifosi per la trasferta ad Adria

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Negrar, a Villa Albertini lo spettacolo dedicato ad Arpad Weisz calciatore e allenatore morto ad Auschwitz

massimo

Verona, blitz della Polizia locale con sgomberi, arresti e sequestro di droga

massimo