30.4 C
Verona
17 Agosto 2022
Cronaca In evidenza ultimaora

Bosco Chiesanuova, due cinquantenni (un cuoco e un muratore) uccisi dal monossido di carbonio

Sono stati trovati morti ancora nel loro letto, probabilmente spirati nel sonno come i loro cani, senza accorgersi che il monossido di carbonio stava riempendo quella casa e li stava uccidendo.

Le due vittime sono Paolo de Francesco, 50 anni, muratore di origini siciliane ma da anni a Sommacanpagna, e Riccardo Burli, 50 anni, veronese, cuoco. Il primo era scomparso da sabato, come risultata dalla denuncia ai carabinieri da parte di alcuni famigliari. Il secondo era residente in quell’appartamento di Contrada Prati, a Bosco Chiesanuova, dove ieri sera a tarda ora sono arrivati i carabinieri e li hanno rinvenuti esamini.

Il decesso è avvenuto verosimilmente per asfissia da monossido di carbonio, sprigionato probabilmente da una caldaia, come constatato dal medico legale intervenuto sul posto unitamente al locale Comando Stazione Carabinieri ed a personale dei VV.F. di Verona che si sono riservati un ulteriore sopralluogo nei prossimi giorni. Le salme sono state messe a disposizione dell’autorità giudiziaria che ha disposto comunque l’esame autoptico.

Condividi con:

Articoli Correlati

Mezzane di Sotto, lavori per 650 mila euro per due scogliere ed una griglia antiesondazione sul torrente

massimo

Autostrada del Brennero, incidente con un ferito grave e code in direzione Nord

massimo

Rivoli Veronese, ciclista deceduto dopo essere stato investito da un’auto

massimo

Politiche 2022, i candidati del Pd nel Veronese: all’Uninominale alla Camera Foglia di Valeggio e Sterchele di S. Bonifacio

massimo

Malcesine, sabato si inaugura la mostra del pittore Athos Faccincani

massimo

Brenzone, cadono in modo da soli: due feriti gravi

massimo