28.3 C
Verona
11 Agosto 2022
Basso Veronese In evidenza Politica Politica ultimaora

Bovolone, il centrodestra candida Silvia Fiorini come erede di Mirandola

Silvia Fiorini, 43 anni, sposata con due figli, assistente sociale in un Comune è la candidata a sindaco della coalizione di centro destra composta da Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia. All’interno della quale c’è anche la componente del sindaco uscente, e non ricandidabile, Emilietto Mirandola (FdI), che proprio nelle scorse ha raggiunto l’accordo con Lega e Fi per questa campagna elettorale, sotto la guida del delegato alle amministrative per questo territorio del Carroccio, il sindaco di Cerea, Marco Franzoni.

L’ufficializzazione della candidatura avverrà nei prossimi giorni con la presentazione delle liste che sosterranno Fiorini. Intanto, però sulla pagina facebook della candidata sindaca è già partita con lo slogan “Una nuova pagina per Bovolone”, la campagna elettorale. A Bovolone, infatti, si vota con due turni e quindi ogni candidato sindaco può essere sostenuto da più liste. Fiorini dovrà vedersela sicuramente con Orfeo Pozzani, già candidato da settimane e sorretto da due liste: la sua civica di centrodestra “Pozzani Orfeo Sindaco” e la nuova civica “Lista Giovane Per Bovolone”. E poi anche con un terzo candidato, il cui mone per ora resta ancora da decidere, che sarà proposto dal movimento civico di “Bovolone Nostra”, col sostegno esterno del Pd.

 

Condividi con:

Articoli Correlati

Legnago, uomo colpito dal virus “West Nile” causato dalla puntura di zanzara infetta

massimo

Rally, il legnaghese Strabello secondo in classe 4 al “Salsomaggiore Terme”

massimo

Contaminazione da Pfas, Cristina Guarda (EV): «Negli Usa sempre più pressioni per uno screening esteso»  

massimo

Aipo, fase di ispessimento delle olive

massimo

Finanza, “Banche Venete Riunite” chiude la semestrale con l’utile a 5,1 milioni. Iselle nuovo direttore generale

massimo

Politiche 2022, ““+Europa Verona”: «Calenda non rispetta i patti, per questo abbiamo rotto con lui»

massimo