22.9 C
Verona
11 Agosto 2022
Basso Veronese Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora

Bovolone, la protesta dei richiedenti asilo: «Fateci lavorare»

Hanno protesta per poter esercitare un diritto, quello al lavoro, i richiedenti asilo del Cas di San Pierino di Bovolone che, stamattina, alle 8 , si sono presentanti in strada, sulla provinciale, bloccandola al traffico. Sul posto sono subito giunti le forze dell’ordine e lo stesso sindaco di Bovolone, Emilietto Mirandola.

«I richiedenti asilo in cerca di un lavoro hanno sollevato un chiaro problema: il rilascio della carta d’identità. Per il resto, dal numero di persone accolte in questa struttura alle sue condizioni, come tantissimi altri Comuni, attendiamo risposte dallo Stato», ha chiarito il primo cittadino di Bovolone. La protesta dei migranti è stata pacifica e la provinciale, dopo un colloquio tra sindaco, autorità inviate dalla Prefettura, responsabili del Centro di accoglienza straordinaria e richiedenti asilo, è stata liberata dal presidio.

«La politica di gestione dei richiedenti asilo adottata dallo Stato centrale non funziona e quello che si è visto oggi a San Pierino ne è la prova – accusa Mirandola -. Paghiamo scelte fatte a centinaia di chilometri da qui che, a nostro avviso, non garantiscono un futuro a queste persone e che potrebbero provocare problemi di ordine pubblico. E questo indipendentemente dall’adesione o meno allo Sprar. La settimana prossima incontrerò i responsabili della cooperativa per risolvere l’unico aspetto che ci compete e che i richiedenti asilo in cerca di un lavoro hanno sollevato: il rilascio della carta d’identità».

 

 

Condividi con:

Articoli Correlati

Contaminazione da Pfas, Cristina Guarda (EV): «Negli Usa sempre più pressioni per uno screening esteso»  

massimo

Aipo, fase di ispessimento delle olive

massimo

Finanza, “Banche Venete Riunite” chiude la semestrale con l’utile a 5,1 milioni. Iselle nuovo direttore generale

massimo

Politiche 2022, ““+Europa Verona”: «Calenda non rispetta i patti, per questo abbiamo rotto con lui»

massimo

S. Bonifacio, ventenne segregata per giorni in un capannone abbandonato: fugge e fa arrestare l’aguzzino

massimo

Trasporti, l’europarlamentare veronese Borchia (Lega) attacca sulle nuove restrizioni al traffico al Brennero

massimo