11.4 C
Verona
31 Gennaio 2023
Basso Veronese Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora

Bovolone, minacce di morte contro il proprietario del magazzino adibito a Centro profughi

Bovolone minaccia

Ancora minacce e proteste a Bovolone contro il proprietario del magazzino adibito a Centro profughi. E stavolta la scritta lasciata davanti al cancello dell’ex fabbrica di Lino Bason, ex assessore di Bovolone degli anni ’90, è inquietante: “morte bastardo”. Davanti a quel cancello, mesi fa, qualcuno aveva anche appiccato fuoco a dei palet. Subito dopo il corteo di protesta contro l’arrivo di richiedenti asilo in paese organizzato dal movimento “Verona ai veronesi”.

Bason è il proprietario dello stabile affittato da una cooperativa che accoglie 29 profughi, tutti uomini, provenienti da Nigeria, Gambia, Siria, Marocco, Bangladesh, arrivati proprio ieri a Bovolone. Tra i richiedenti asilo vi sono anche delle vittime di guerra. Un uomo proveniente dalla Nigeria ha subito l’amputazione per lo scoppio di una mina.

E stanotte qualcuno ha lasciato sul selciato davanti al cancello quell’inquietante scritta verde: “morte bastardo”.

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, blitz della Polizia locale con sgomberi, arresti e sequestro di droga

massimo

Marano di Valpolicella, è un 58enne l’operaio edile ferito a Prognol: colpito al capo da un gancio in ferro

massimo

Marano di Valpolicella, incidente sul lavoro in un cantiere edile: operaio in gravi condizioni

massimo

Provincia, il sindaco di Nogara, Flavio Pasini, eletto presidente con un voto unitario

massimo

San Bonifacio, incendio in un appartamento con una persona leggermente intossicata

massimo

Pescantina, finiscono fuoristrada con l’auto: due persone in gravi condizioni

massimo