20.8 C
Verona
22 Giugno 2024
Basso Veronese Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora

Bovolone, minacce di morte contro il proprietario del magazzino adibito a Centro profughi

Bovolone minaccia

Ancora minacce e proteste a Bovolone contro il proprietario del magazzino adibito a Centro profughi. E stavolta la scritta lasciata davanti al cancello dell’ex fabbrica di Lino Bason, ex assessore di Bovolone degli anni ’90, è inquietante: “morte bastardo”. Davanti a quel cancello, mesi fa, qualcuno aveva anche appiccato fuoco a dei palet. Subito dopo il corteo di protesta contro l’arrivo di richiedenti asilo in paese organizzato dal movimento “Verona ai veronesi”.

Bason è il proprietario dello stabile affittato da una cooperativa che accoglie 29 profughi, tutti uomini, provenienti da Nigeria, Gambia, Siria, Marocco, Bangladesh, arrivati proprio ieri a Bovolone. Tra i richiedenti asilo vi sono anche delle vittime di guerra. Un uomo proveniente dalla Nigeria ha subito l’amputazione per lo scoppio di una mina.

E stanotte qualcuno ha lasciato sul selciato davanti al cancello quell’inquietante scritta verde: “morte bastardo”.

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, 5 arresti dei Carabinieri di Parona per truffe ad anziani

massimo

Meteo, allerta per forti temporali da stasera a sabato notte

massimo

Bussolengo, camion si ribalta sullo svincolo: un morto

massimo

San Bonifacio, giovane arrestato perché sospettato di due rapine aggravate

massimo

Villafranca, fermato un uomo per l’omicidio del 75enne

massimo

San Bonifacio, Soave fa appello all’unità del centrodestra per il ballottaggio contro Verona

massimo