21.1 C
Verona
19 Settembre 2021
Basso Veronese In evidenza Politica Politica ultimaora

Bovolone, scoppia la polemica interna alla Lega per la candidatura di Fiorini

«Vista la presentazione delle liste per le candidature alle prossime elezioni amministrative del 3 e 4 Ottobre prossimi, ci sembra doveroso spiegare il motivo della nostra mancata partecipazione a questa campagna elettorale».

Inizia così la lettera inviata questa mattina a tutti i giornali dall’ex segretario del Gruppo Lega di Bovolone, Giovanni Favarello. Una missiva che è come benzina sul fuoco della campagna elettorale appena iniziata e che si infila anche dritta dritta nello scontro aperto da mesi tra il sindaco uscente e non ricandidabile, Emilietto Mirandola, ed il suo ex assessore Orfeo Pozzani, candidato con due civice di centro destra.

«Tutto inizia il 6 novembre dello scorso anno, quando il commissario provinciale, Nicolò Zavarise, nomina commissario elettorale della sezione di Bovolone Marco Franzoni, sindaco di Cerea, il quale avrà la gestione completa della sezione fino al termine della campagna elettorale – spiega Favarello -. Fino ad allora la sezione composta da 65 tesserati aveva sempre partecipato a tutte le manifestazioni del movimento e organizzato tutti i gazebo richiesti».

«Il 26 gennaio Franzoni nomina come responsabile del programma elettorale Silvia Fiorini, dipendente comunale di Cerea e residente a Bovolone senza nessuna esperienza politica alle spalle – continua l’ex segretario -. Tutte queste decisioni sono state prese dalla segreteria provinciale di Verona, dal commissario Franzoni, dalla vice presidente della Regione, Elisa De Berti, di Isola Rizza e dal consigliere comunale di Oppeano, Alessandro Montagnoli, senza interpellare la sezione di Bovolone come sarebbe stato giusto e corretto fare. Vorremmo anche fare alcune precisazioni riguardanti le dichiarazioni fatte a mezzo stampa da Franzoni, che ha affermato che “…c’è una nuova lega formata da persone nuove e da militanti storici che hanno sempre dimostrato di saper fare squadra”. Questa frase è smentita dai fatti, in quanto i militanti storici a cui fa riferimento facevano parte dell’amministrazione dell’ex sindaco Riccardo Fagnani, caduta prima della fine del mandato. Riguardo invece alla dichiarazione inerente la candidatura della Fiorini in cui si è riconosciuto tutto il centro destra, come ex segretario della sezione Lega di Bovolone posso affermare, in quanto presente a tutte le riunioni con i responsabili di Fratelli d’Italia, che l’alleanza era si fattibile ma con un candidato sindaco diverso. Questo perché Fiorini era da tutti i presenti ritenuta non esperta dal punto di vista amministrativo – rincara la dose nella lettera Favarello -. Alla fine però il sindaco uscente, Emilietto Mirandola, ha accettato il nome della Fiorini in quanto ha voluto unire tutto il centro destra per avere più possibilità di vittoria e non far ottenere il ruolo di sindaco al suo ex assessore candidato in una lista civica. Ha quindi ritenuto che l’alleanza con la Lega potesse portare più voti perché secondo lui i cittadini, al momento della preferenza, danno più importanza al simbolo. Precisiamo anche che la scelta di Alessandro Minozzi è una scelta personale e non riguarda il gruppo. Ci sembrava corretto nei confronti dei nostri elettori e dei nostri sostenitori, spiegare le motivazioni che ci hanno spinto a decidere di non partecipare alla campagna elettorale – conclude Favarello -. Ringraziamo chi ci ha supportato in questi anni, tutti i membri del gruppo per aver dedicato energia e tempo e chi ha creduto in noi».

Nella foto, Favarello con Salvini quando il senatore venne a Bovolone

Condividi con:

Articoli Correlati

Gazzo Veronese, vertenza con sciopero alla Piva Group per il rinnovo del premio di risultato

massimo

Marano di Valpolicella, ultrasettantenne urta due auto e si capotta: due feriti

massimo

Bollo auto, la Regione ricorda che il 30 settembre scade la proroga per pagarlo

massimo

Bovolone, domani arriva Civati a sostenere il candidato della civica “Bovolone Nostra”

massimo

Colognola ai Colli, pompieri a lavoro nella notte per arginare la perdita di vetro fuso da un forno

massimo

Mozzecane, finisce fuori strada e si ribalta nella notte con l’auto: è grave

massimo