19.5 C
Verona
14 Agosto 2022
Cronaca Cronaca In evidenza Politica Politica ultimaora Valpolicella

Bussolengo, Katia Facci nominata dal sindaco nuovo assessore cultura e sport

 

Katia Facci, neo assessore di Bussolengo
Katia Facci, neo assessore di Bussolengo

Con provvedimento di nomina, siglato il 15 settembre, il primo cittadino di Bussolengo, Paola Boscaini, ha nominato assessore alla cultura, manifestazioni, sport e pari opportunità Katia Facci, fino ad oggi consigliere comunale. Il sindaco completa così la composizione della giunta comunale dopo le recenti dimissioni da assessore di Gilberto Pozzani, e dopo la nomina dell’architetto Annalisa Scaramuzzi, a fine agosto, all’assessorato all’urbanistica e all’edilizia privata, dal quale si era dimessa l’assessore Paola Adami.

«La proposta di assegnare a Katia Facci il ruolo di assessore è stata pienamente condivisa all’interno della maggioranza, ed è ricaduta su una persona che ha dato prova di grande disponibilità e competenza, affiancando l’assessore Fontana nella scelta delle iniziative culturali da promuovere sul nostro territorio – sottolinea il sindaco Boscaini -. Sono certa che anche nel settore sport saprà dimostrare al meglio le sue capacità».

«Desidero ringraziare tutto il gruppo di maggioranza che mi ha incoraggiata a ricoprire la carica di assessore. Gli incarichi assegnatimi rappresentano per me una sfida molto importante: si tratta di sostenere la cultura come valore che unifica socialmente e accresce l’identità dei cittadini – dice il neo assessore -. È di fondamentale importanza che i cittadini possano identificarsi nel territorio anche attraverso la valorizzazione delle tradizioni locali ed al tempo stesso aprirsi a nuove realtà culturali rappresentate da cittadini provenienti da altre parti del mondo. Cultura significa accrescere nelle fasce più giovani della cittadinanza il senso di appartenenza alla comunità, il senso del rispetto ambientale ed il senso della condivisione. Lo sport deve essere un’opportunità di educazione al rispetto verso se stessi e gli altri, di educazione al rispetto degli spazi comuni, di crescita e di aggregazione sociale. Per quanto riguarda le Pari Opportunità, credo che una società si evolve se cresce nel riconoscimento e nell’attuazione delle pari opportunità tra uomo e donna».

Condividi con:

Articoli Correlati

Olivicoltura, video dell’Aipo: olive entrate nella fase di inolizione

massimo

Sanità, la Cgil denuncia: «La diagnostica biologica del Centro trasfusionale di Bussolengo spostata a Borgo Roma»

massimo

Verona, al “Mura Festival” il reggae dei “Niu Tennici in Roots of San Bernardin”

massimo

Zaia ricorda Augusto Salvadori: «Un veneziano innamorato fino in fondo della sua città»

massimo

San Giovanni Ilarione, arrestato il 61enne: era tornato a casa pistola in pugno

massimo

San Giovanni Ilarione, il pensionato che ha sparato all’ex moglie senza colpirla è in fuga armato

massimo