10.2 C
Verona
2 Marzo 2024
Est Veronese In evidenza Politica Politica ultimaora

Caldiero, la Lega Nord dice “No” alla fusione con Belfiore e lancia una raccolta di firme

Caldiero stazione 2

«Visto che non ravvisiamo validi motivi la fusione con Belfiore, insisteremo affinché la giunta comunale rimandi il progetto ad almeno dopo le elezioni comunali di Caldiero del prossimo anno e, comunque, quantomeno dopo il referendum comunale sull’argomento. A questo proposito abbiamo attivato un comitato per il “No alla fusione”, organizzando anche una raccolta di firme da sottoporre alla commissione regionale competente».

Lo annuncia oggi Alberto Martinato, segretario della sezione di Caldiero della Lega, dichiarando: «Nel consiglio del 7 luglio scorso, preso atto della rinuncia alla fusione di Colognola e Illasi, è stata presentata una mozione che chiedeva che anche la nostra amministrazione comunale rivedesse il progetto e spostasse il tutto dopo il referendum, per chiedere prima il parere sulla fusione ai suoi cittadini. Ma la mozione è stata bocciata in quanto la nostra amministrazione ha già mandato il tutto in Regione, fregandosene del fatto che i cittadini di Caldiero potessero essere anche non favorevoli alla fusione, e con tra l’altro il fatto che la prossima primavera a Caldiero ci saranno le elezioni».

Ma non finisce qui, il segretario locale del Carroccio si chiede anche: «Quali sono i benefici che il comune di Caldiero ricava da tale unione? “Top secret”. Solo contributi previsti dal fondo regionale e statale predisposto, suddivisi tra tutti fino ad esaurimento dello stesso, senza alcuna indicazione sulla suddivisione interna tra i comuni partecipanti. E come saranno trattati i debiti del Comune di Belfiore? Andranno a carico anche di tutti noi? Non ultimo, posto che la fusione comporterà il superamento dei 10.000 abitanti, con la conseguente presa in carico delle strade provinciali e regionali che attraversano i due paesi al nuovo Comune, con quali fondi si provvederà alla relativa manutenzione? Infine, uffici e i servizi come saranno strutturati? L’esperienza attuale insegna che ogni volta che si razionalizza, tutto va a svantaggio dei cittadini».

Condividi con:

Articoli Correlati

Isola della Scala, lettera aperta di Canazza al consiglio comunale: «Sulla piazza accogliamo all’unanimità la richiesta di un referendum»

massimo

Valeggio sul Mincio, piove in classe al Carnacina e gli studenti scioperano appoggiati da genitori e insegnanti

massimo

Verona, sorpreso mentre forza lo scuro di una casa spruzza spray al peperoncino sui carabinieri

massimo

Colognola ai Colli, il 14enne che ha salvato la vita a un uomo colto da infarto ricevuto alla Camera

massimo

Assistenza anziani, nel Basso Veronese un corso per formare “Custodi sociali”

massimo

Costermano, fermato con 1 dose di cocaina, in casa aveva una pistola rubata in Calabria e altra droga

massimo