9.4 C
Verona
3 Marzo 2024
Cronaca In evidenza ultimaora

Carceri, Borchia (Lega): «Lavoro cura migliore contro suicidi e disagio»

«La Lega ritiene che sia soprattutto il lavoro a dare dignità e senso alle pene detentive». L’ha detto ieri l’eurodeputato Paolo Borchia (nella foto), segretario provinciale della Lega Verona e vicesegretario della Liga Veneta, intervenendo sul dibattito in corso dopo l’ennesimo suicidio, il secondo da inizio anno, avvenuto nel carcere di Montorio.

«La situazione del carcere di Verona è sotto esame e oggi, purtroppo, paghiamo le politiche sbagliate della sinistra che ha trasformato i luoghi di pena in discariche sociali. No svuota carceri, no amnistie, sì alla certezza della pena, da eseguirsi con dignità – attacca Borchia -. La miglior cura contro il suicidio e il disagio è il lavoro. Rilancio, quindi, l’appello del sottosegretario alla Giustizia, Andrea Ostellari: le aziende investano nel nostro carcere. Conviene a loro, conviene anche al detenuto e se ne avvantaggia anche la società: chi lavora in carcere quando torna libero si reinserisce in maniera meno traumatica. L’istituto di Verona deve diventare come quello di Padova o come Milano Bollate, dove i detenuti lavorano. A Montorio ci sono capannoni non utilizzati, vengano usati per creare occupazione e per fare questo – conclude Borchia – chiedo alle nostre imprese di entrare in squadra».

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, Progetto Fuoco chiude con 45mila operatori professionali nei padiglioni (+12% estero)

massimo

Lavagno, il farmacista Vanzan candidato a sindaco unitario per il centrodestra

massimo

San Bonifacio, sorpreso in uno stabile abbandonato con della refurtiva, minaccia i Carabinieri con un coltello

massimo

Legnago, l’onorevole Maschio impone Longhi come candidato e il centrodestra si spacca

massimo

Isola della Scala, lettera aperta di Canazza al consiglio comunale: «Sulla piazza accogliamo all’unanimità la richiesta di un referendum»

massimo

Valeggio sul Mincio, piove in classe al Carnacina e gli studenti scioperano appoggiati da genitori e insegnanti

massimo