24.2 C
Verona
28 Maggio 2022
Basso Veronese Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora

Casaleone, la Regione Veneto investe altri 6 milioni di euro sulla ciclabile Treviso-Ostiglia

La giunta della Regione del Veneto, su proposta della vicepresidente e assessore regionale alle infrastrutture e trasporti, Elisa De Berti, ha approvato oggi, 19 gennaio, una delibera che dà il via libera ad un ulteriore finanziamento destinato alla realizzazione del percorso ciclabile “Treviso-Ostiglia”. Una quota di 6 milioni di euro per la progettazione e realizzazione del tratto funzionale nel Comune di Casaleone, compreso il ponte sul fiume Tartaro al confine con la Regione Lombardia e alcuni interventi di dettaglio lungo il percorso.

«Grazie a questi 6 milioni di euro riusciremo ad ultimare l’intero tracciato della ciclabile, che oggi risulta completamente finanziato – afferma la vicepresidente De Berti (nella foto) -. La Regione Veneto, in questi anni, ha stanziato le risorse necessarie per le fasi progettuali e realizzative di circa 60 chilometri della Treviso Ostiglia, compresi interventi di riqualificazione di tutti i manufatti di attraversamento».

Il percorso ciclopedonale “Treviso Ostiglia” ricalca sostanzialmente la vecchia linea ferroviaria dismessa dell’Ostiglia e fa parte del più ampio progetto strategico “Green Tour Verde in movimento” previsto nella programmazione regionale degli itinerari cicloturistici.

Tra le Province di Treviso e Padova la ciclabile è già stata realizzata. Per quanto riguarda la Provincia di Vicenza, il tracciato è percorribile fino al Comune di Grisignano (VI). Da Grisignano fino a Casaleone, cioè al confine veronese con la Lombardia, è già stato redatto il relativo progetto di fattibilità da parte di Veneto Strade, a cui ora spettano la progettazione definitiva e la successiva esecuzione dei lavori.

«Da cronoprogramma, Veneto Strade dovrà avviare le gare di affidamento dei lotti funzionali a partire da marzo 2022 e ciò consentirà di cominciare con i cantieri delle opere entro l’inizio del 2023 – sottolinea la vicepresidente De Berti -. Quando sarà completata, il cicloturista potrà percorrere l’intero tracciato da Treviso fino a Mantova, attraversando un territorio molto suggestivo che permette di scoprire, a piedi o su due ruote, le bellezze del paesaggio veneto. Troverà servizi e strutture turistiche di supporto, oltre ad una segnaletica orizzontale e verticale, coordinata ed omogenea che renderà riconoscibile il percorso».

 

 

Condividi con:

Articoli Correlati

Sanità Veronese, esami solo se paghi andando in privato. La mia testimonianza

massimo

Meteo, da domani allerta per possibili forti temporali e grandinate

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Cerea, bilancio dei 5 anni di gestione dell’Area Exp del presidente Ongaro: «Dal 2017 oltre 27 mila visitatori»

massimo

Lavoro, primo congresso della Uiltec di Verona e Vicenza oggi a Garda

massimo

Caprino Veronese, sabato la “Festa del Baseball” organizzata della medie “Gaiter” sul tema della disabilità

massimo