22.3 C
Verona
5 Ottobre 2022
Basso Veronese Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora

Casaleone, la Regione Veneto investe altri 6 milioni di euro sulla ciclabile Treviso-Ostiglia

La giunta della Regione del Veneto, su proposta della vicepresidente e assessore regionale alle infrastrutture e trasporti, Elisa De Berti, ha approvato oggi, 19 gennaio, una delibera che dà il via libera ad un ulteriore finanziamento destinato alla realizzazione del percorso ciclabile “Treviso-Ostiglia”. Una quota di 6 milioni di euro per la progettazione e realizzazione del tratto funzionale nel Comune di Casaleone, compreso il ponte sul fiume Tartaro al confine con la Regione Lombardia e alcuni interventi di dettaglio lungo il percorso.

«Grazie a questi 6 milioni di euro riusciremo ad ultimare l’intero tracciato della ciclabile, che oggi risulta completamente finanziato – afferma la vicepresidente De Berti (nella foto) -. La Regione Veneto, in questi anni, ha stanziato le risorse necessarie per le fasi progettuali e realizzative di circa 60 chilometri della Treviso Ostiglia, compresi interventi di riqualificazione di tutti i manufatti di attraversamento».

Il percorso ciclopedonale “Treviso Ostiglia” ricalca sostanzialmente la vecchia linea ferroviaria dismessa dell’Ostiglia e fa parte del più ampio progetto strategico “Green Tour Verde in movimento” previsto nella programmazione regionale degli itinerari cicloturistici.

Tra le Province di Treviso e Padova la ciclabile è già stata realizzata. Per quanto riguarda la Provincia di Vicenza, il tracciato è percorribile fino al Comune di Grisignano (VI). Da Grisignano fino a Casaleone, cioè al confine veronese con la Lombardia, è già stato redatto il relativo progetto di fattibilità da parte di Veneto Strade, a cui ora spettano la progettazione definitiva e la successiva esecuzione dei lavori.

«Da cronoprogramma, Veneto Strade dovrà avviare le gare di affidamento dei lotti funzionali a partire da marzo 2022 e ciò consentirà di cominciare con i cantieri delle opere entro l’inizio del 2023 – sottolinea la vicepresidente De Berti -. Quando sarà completata, il cicloturista potrà percorrere l’intero tracciato da Treviso fino a Mantova, attraversando un territorio molto suggestivo che permette di scoprire, a piedi o su due ruote, le bellezze del paesaggio veneto. Troverà servizi e strutture turistiche di supporto, oltre ad una segnaletica orizzontale e verticale, coordinata ed omogenea che renderà riconoscibile il percorso».

 

 

Condividi con:

Articoli Correlati

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Legnago, domani per il “Film Festival” incontro col cantautore Massimo Bubola

massimo

Verona, domani apre Eatalty nell’antica Stazione Frigorifera Specializzata degli ex Mercati Generali

massimo

Pnrr, in arrivo 3,28 milioni di euro per il potenziamento del depuratore di Affi e 1,5 milioni per quello di Bussolengo

massimo

Legnago, presentata la stagione 2022-23 del Teatro Salieri: da Stefano Accorsi a Elio che canta Jannacci, ai ballerini della Parsons Dance

massimo

Cinema&Musica, decolla stasera la prima edizione del “Legnago Film Festival”

massimo