2.2 C
Verona
29 Gennaio 2023
In evidenza Politica Politica ultimaora Verona città

Caso Agsm, domani la decisione e Bertucco (Sinistra) attacca: «Una crisi muta»

Il sindaco di Verona, Federico Sboarina

Dovrebbe chiudersi domattina con le dimissioni dell’intero consiglio d’amministrazione e quindi la decadenza anche del presidente Michele Croce, il caso politico aperto in Agsm sabato con la sfiducia data da 4 componenti su 5 del cda (il quinto è il presidente).

«Come avevamo preventivato, Croce rifiuterà le dimissioni al sindaco e il primo cittadino otterrà le dimissioni dell’intero cda. Risultato: una crisi politica avviata a risolversi senza che il sindaco della città proferisca una sola parola. Indiscrezioni giornalistiche a parte, ufficialmente non sono note le ragioni della crisi, non si sa perché Croce non goda più della fiducia del sindaco. Non si sa che cosa il primo cittadini pensi delle spese per il 120° anniversario di Agsm, della situazione male gestita di Amia, della montagna di consulenze attivate in Agsm, della situazione di Agsm Albania, del mancato rispetto della Legge Madia sulle partecipazione pubbliche. Non si saprà niente di niente».

Agsm, la maggiore municipalizzata del Comune di Verona, è infatti al centro di un vero terremoto politico, con il sindaco Federico Sboarina che ieri nell’incontro con Croce avrebbe contestato al presidente alcune scelte, e chiesto le sue dimissioni, ma al contempo non l’ha revocato dall’incarico. È vero che Croce dispone ancora di un consigliere comunale e di un assessore che, con la presa di posizione recente di Mauro Bonato, diventano preziosi per garantire a Sboarina la magigoranza.

«Io credo che nemmeno le logge massoniche adottino un livello così basso di trasparenza e di comunicazione. Sembra quasi che Sboarina pensi che i veronesi non meritino di essere informati – conclude Bertucco, consigliere comunale di Verona e Sinistra in Comune -. O, più probabilmente, che pensi già a rinominare lo stesso cda con un nuovo presidente che continui a fare le stesse cose che faceva Croce sempre con il silenzio-assenso del sindaco».

Condividi con:

Articoli Correlati

Innovazione, i marmisti veronesi sposano l’intelligenza artificiale nel segno di risparmio energetico e sostenibilità

massimo

Verona, l’uomo morto oggi in un incidente è un 72enne investito dalla sua auto

massimo

Soave, in municipio apre il Poliambulatorio di servizi alla persona  

massimo

Verona, 50enne perde la vita investito e schiacciato da un’auto

massimo

Casaleone, da stasera si celebra con due weekend di degustazioni ed eventi il Radicchio rosso

massimo

Viabilità, dalle 20 di stasera la Tangenziale Nord torna tutta a due corsie

massimo