23.1 C
Verona
11 Agosto 2022
Economia In evidenza ultimaora

Caso Cattolica, la Cgil: «Profonda preoccupazione per il gruppo. Tutelare i lavoratori»

La Fisac Cgil di Verona è intervenuta oggi con una nota sul caso Cattolica Assicurazioni (nella foto la sede di Verona) esprimendo «profonda preoccupazione per i rilievi mossi nei giorni scorsi da Ivass (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni) al Gruppo Cattolica Assicurazioni. Chiediamo un piano di continuità aziendale e tutela dei livelli occupazionali e delle professionalità delle lavoratrici e dei lavoratori del Gruppo».

«La scorsa primavera l’istituto di vigilanza aveva già evidenziato un indebolimento della situazione di solvibilità del Gruppo ed imposto un piano di rafforzamento patrimoniale. Il nuovo intervento giunge nel mezzo della realizzazione di quel percorso di rafforzamento che ha visto la sottoscrizione di un accordo di partnership con Generali ed il suo ingresso nell’azionariato di Cattolica con una quota rilevante ma non ancora di controllo – ricorda il sindacato -. Ivass ha richiesto la redazione entro 60 giorni di un piano di rimedio sotto la responsabilità dell’amministratore delegato, ed in particolare: un profondo ricambio dei componenti del consiglio di amministrazione; il rapido completamento dell’aumento di capitale già previsto; la vendita entro fine anno delle azioni rivenienti dal recesso dei soci contrari alla trasformazione in Spa; la revisione della politica di remunerazione; il blocco di eventuali operazioni di apporto di liquidità, sotto qualsiasi forma, alle società controllate non assicurative, e di investimento nel Fondo Ca’ Tron HCampus».

La Fisac Cgil di Verona ritiene, quindi, che «il piano di adeguamento ai rilievi Ivass, il cui ruolo mira a garantire la stabilità del sistema, non debba in alcun modo avere ricadute negative sui lavoratori. Chiediamo che tutti gli attori in campo (istituzioni e soggetti coinvolti) si facciano garanti di un piano di continuità aziendale che tuteli i livelli occupazionali e le professionalità delle lavoratrici e dei lavoratori del Gruppo».

Condividi con:

Articoli Correlati

Contaminazione da Pfas, Cristina Guarda (EV): «Negli Usa sempre più pressioni per uno screening esteso»  

massimo

Aipo, fase di ispessimento delle olive

massimo

Finanza, “Banche Venete Riunite” chiude la semestrale con l’utile a 5,1 milioni. Iselle nuovo direttore generale

massimo

Politiche 2022, ““+Europa Verona”: «Calenda non rispetta i patti, per questo abbiamo rotto con lui»

massimo

S. Bonifacio, ventenne segregata per giorni in un capannone abbandonato: fugge e fa arrestare l’aguzzino

massimo

Trasporti, l’europarlamentare veronese Borchia (Lega) attacca sulle nuove restrizioni al traffico al Brennero

massimo