19.5 C
Verona
25 Settembre 2022
Cronaca In evidenza ultimaora

Catastrofe Venezia, il Banco Bpm stanzia 100 milioni e blocca fino a 12 mesi le rate di mutui e finanziamenti

L’amministratore delegato del Banco Popolare, Giuseppe Castagna

Il consiglio di amministrazione di Banco Bpm ha deciso oggi lo stanziamento di un plafond di 100 milioni di euro per le opere di ripristino dei danni causati e offre un concreto sostegno a tutta la comunità veneziana attraverso la sospensione delle rate dei mutui dei finanziamenti per 12 mesi. È quanto ha comunicato poche ore fa l’istituto di credito con una nota nella quale precisa: «Banco BPM valuterà fin da subito, in attesa delle disposizioni legislative in materia, le richieste di moratoria fino a 12 mesi delle rate di mutui e finanziamenti a privati e imprese danneggiati dall’evento che abbiamo residenza o sede legale/operativa nei Comuni colpiti. Inoltre, tutti coloro che hanno subito danni potranno richiedere finanziamenti chirografari a condizioni economiche particolarmente agevolate per le opere di ripristino dei danni causati dal maltempo. Le richieste saranno esaminate con iter istruttorio prioritario e potranno pertanto beneficiare di tempi di attesa particolarmente ridotti».

«Banco BPM intende offrire alle famiglie e alle attività d’impresa che hanno subito danni il proprio aiuto, per affrontare e superare le criticità del momento, con interventi mirati e immediati – continua il comunicato -. È, inoltre, pronto a valutare l’adesione ad ulteriori iniziative di carattere agevolato che dovessero essere attivate con la partecipazione delle Istituzioni, Enti Territoriali, Associazioni di Categoria e Confidi».

Condividi con:

Articoli Correlati

Buttapietra, due operai cadono dall’alto in un cantiere: sono gravi

massimo

San Bonifacio, bimbo di 7 anni investito in piazza Costituzione

massimo

Veronafiere lancia la nuova manifestazione “Fieragricola Tech”, dedicata all’innovazione in agricoltura

massimo

Velo Veronese, uomo di 73 anni investito da un trattore: è grave

massimo

Bovolone, donato dal Comune all’ospedale S. Biagio un ecografo

massimo

Legnago, nuovo caso umano di West Nile Disease scoperto il 16 settembre

massimo