22.1 C
Verona
16 Luglio 2024
Basso Veronese Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora

Cerea, arrestati dai carabinieri i rapinatori di farmacie, bar, market

I Carabinieri della Stazione di Cerea hanno tratto in arresto tre persone, in esecuzione di un’ordinanza applicativa della “Custodia cautelare in carcere” emessa dall’Ufficio Gip del Tribunale di Verona, su richiesta della locale Procura della Repubblica.

Il provvedimento restrittivo è stato emesso poiché i predetti sono gravemente indiziati di essere autori di 4 rapine, commesse in provincia di Verona lo scorso mese di gennaio. Le indagini, svolte dai Carabinieri della Stazione di Cerea con il supporto del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Legnago e dirette dalla Procura della Repubblica di Verona, sono iniziate a seguito della rapina consumata lo scorso 19 gennaio a Cerea, ai danni della farmacia della frazione “Cherubine”; gli accertamenti effettuati hanno consentito di raccogliere importanti elementi investigativi, anche grazie alle convergenze investigative con i Carabinieri delle Compagnie di Villafranca di VR e Peschiera del Garda, che hanno consentito non solo di identificarne gli autori, ma – inoltre – di raccogliere nei loro confronti gravi indizi di colpevolezza in relazione ad altre 3 rapine, consumate o tentate a Bussolengo, Vigasio e Isola della Scala, nonché consentire all’Autorità Giudiziaria scaligera di emettere una misura cautelare personale, eseguita dai Carabinieri.

I destinatari della misura cautelare sono due cittadini italiani, di 22 e 23 anni, entrambi residenti in provincia di Verona, e di un cittadino romeno, 27 enne, residente in provincia di Mantova. Un quarto soggetto, identificato dai Carabinieri, è indagato a piede libero.

Gli autori delle rapine entravano all’interno delle farmacie, bar o supermercato, con il volto travisato da passamontagna per rendersi irriconoscibili, brandendo grossi coltelli o mazze di ferro per minacciare e intimorire le persone presenti, con azioni rapide e connotate da atteggiamenti aggressivi.

Le persone arrestate, al termine delle formalità di rito, sono state condotte presso la casa circondariale di Verona, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, donati dagli Alpini di Novaglie tapis roulant e cyclette al reparto Fibrosi cistica di Borgo Trento

massimo

Legnago, sul Salieri cala la scure dello spoil system Longhiano: una poltrona per Shahine?

massimo

San Bonifacio, Soave ha nominato la giunta: Turri è vicesindaco

massimo

Caso caporalato nel Basso Veronese, Mirandola (Uila): «Una macchia sulla produzione agricola veronese»

massimo

Caso di caporalato nella Bassa, la Cgil: «Caporali stranieri ma le aziende sono Veronesi»

massimo

Nuovo caso di caporalato nel Basso Veronese: 33 indiani sfruttati come schiavi nella campagne da due connazionali

massimo