21.2 C
Verona
25 Maggio 2024
Basso Veronese In evidenza Spettacoli & cultura Spettacoli & cultura ultimaora

Cerea, secondo incontro dei “Percorsi Psicologici” su “Covid: tra voglia di ripartire e difficoltà personali”

L’estate ceretana sarà all’insegna dell’attenzione alle tematiche sociali. Ogni martedì di luglio, nel parco della biblioteca “Bruno Bresciani”, avranno luogo i “Percorsi Psicologici”: una serie di incontri, tenuti dall’omonimo gruppo capitanato da Diego Petolla e da pedagogiste, psicologhe e psicoterapeute e già attivo dal 2014, avrà come focus tematiche che, soprattutto negli ultimi mesi, sono sempre più sentite.

Il primo incontro, che si è tenuto il 6 luglio, era intitolato “Mamma, sono indietro!” e ha trattato i Disturbi Specifici dell’Apprendimento nei bambini con la pedagogista Anna Filippi. A questo incontro seguiranno martedì 13 luglio “Covid: tra voglia di ripartire e difficoltà personali” con l’intervento della psicologa e psicoterapeuta Federica Merlini; il 20 luglio “Da bruco a farfalla: riconoscere il proprio valore per accrescere l’autostima” ad opera della psicologa Linda Signorini; e a chiudere la rassegna il 27 luglio “Sono solo? Psicologia e gestione della solitudine” con la psicologa Fatima Tarollo. Ogni incontro avrà inizio alle 21 e sarà gratuito.

«Toccheremo le sfaccettature dell’anima con tatto, delicatezza e grande professionalità, con la possibilità di aprire poi un confronto-scambio. L’augurio è quello di poter essere di aiuto e supporto a tanti nostri concittadini», spiega l’assessore con delega ai servizi sociali, Cristina Morandi. Per proseguire lungo questo percorso, a partire da settembre l’amministrazione comunale proporrà “È nata una mamma”, in collaborazione con l’Associazione Il Melograno di Verona: incontri all’aria aperta dedicati alle neomamme con il supporto di un’ostetrica.

«Dopo la nascita del primo figlio, la neomamma sente molto spesso l’esigenza di un sostegno pratico e psicologico al rientro a casa. La sensazione diffusa è il sentirsi isolata, il ritrovarsi sola in un momento delicato come il dopo parto. Questi incontri rappresentano un modo per uscire di casa e confrontarsi con un’esperta e altre mamme che stanno vivendo le stesse emozioni» spiega Morandi. (L.P.)

Condividi con:

Articoli Correlati

Mezzane di Sotto, l’impoverimento della biodiversità porta ad un calo di aziende agricole

massimo

VeronaFiere, inaugurata l’ottava edizione di Vapitaly, rassegna internazionale della sigaretta elettronica

massimo

Verona, maxi controllo della Polizia Locale sugli autobus Atv: in più di 100 senza biglietto

massimo

Pallacanestro, il Legnago Basket conquista la promozione in Serie D

massimo

Verona, patto educativo con al centro la sostenibilità tra l’istituto Gresner e otto realtà della provincia

massimo

I sindacato del Veneto contro la proposta del governo di privatizzare Poste Italiane

massimo