23.1 C
Verona
11 Agosto 2022
Basso Veronese Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora

Cerea, un pezzo di grana con la bandiera italiana disegnato da “Cibo” ha coperto la scritta fascista

È dovuto intervenire lo street artist veronese “Cibo” domenica 19 agosto, a Cerea, per cancellare, coprendola con un pezzo di grana, la scritta inneggiante al fascismo che da diversi mesi deturpava il muro della sede del Pd di Cerea, affacciata su via Vittorio Veneto.

“Cibo”, al secolo Pier Paolo Spinazzè, 37 anni, da vent’anni al lavoro come artista di strada, è da sei impegnato in una specie di battaglia contro le brutture e l’odio politico, cancellando scritte razziste, volgari, incitanti al fascismo come al comunismo, sui muri del veronese. E lo fa sovrapponendo a celtiche, svastiche e scritte razziste disegni che rappresentano fragole, angurie, muffin, dolcetti golosi e altre cose da mangiare. E per questo ha scelto il nome d’arte di “Cibo”, anche perché come dice lui, «il cibo unisce tutti».

L’artista da diversi anni utilizza i propri bellissimi disegni per rimuovere simili brutture, dando origine a vere e proprie opere d’arte dove prima appariva il degrado di messaggi inneggianti ai regimi nazifascisti o comunisti. Nell’ottobre dello scorso anno il circolo del Pd di Cerea aveva sporto denuncia alla locale stazione dei Carabinieri a carico di ignoti che avevano imbrattato la facciata della propria sede con la scritta “Viva Dux”.

La posizione dell’edificio, adiacente ad una delle strade maggiormente trafficate del centro di Cerea, ha sempre reso difficile un intervento di pulizia in sicurezza del muro imbrattato.

Pertanto Cibo ha testimoniato una certa assunzione di rischio e una buona dose di coraggio nello svolgimento della propria opera in pieno giorno, al contrario di chi provvede ad agire solo di notte, di nascosto, per paura e vigliaccheria.

«Non posso che ringraziare Cibo per la generosità dimostrata e per l’impegno profuso, attraverso la bellezza e l’ironia della propria arte, per la difesa e l’affermazione dell’antifascismo, valore fondante della nostra democrazia», affermaRenato Boscolo Meneguolo, segretario del circolo Pd di Cerea. (M.R.)

Condividi con:

Articoli Correlati

Contaminazione da Pfas, Cristina Guarda (EV): «Negli Usa sempre più pressioni per uno screening esteso»  

massimo

Aipo, fase di ispessimento delle olive

massimo

Finanza, “Banche Venete Riunite” chiude la semestrale con l’utile a 5,1 milioni. Iselle nuovo direttore generale

massimo

Politiche 2022, ““+Europa Verona”: «Calenda non rispetta i patti, per questo abbiamo rotto con lui»

massimo

S. Bonifacio, ventenne segregata per giorni in un capannone abbandonato: fugge e fa arrestare l’aguzzino

massimo

Trasporti, l’europarlamentare veronese Borchia (Lega) attacca sulle nuove restrizioni al traffico al Brennero

massimo