24.7 C
Verona
20 Giugno 2024
Basso Veronese Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora

Cerea, vendita straordinaria del Mercatino di Emmaus a sostegno degli obbiettori di coscienza in Russia e Ucraina

Vendita straordinaria del Mercatino di Emmaus di Aselogna di Cerea, sabato 17 e domenica 18 settembre, a sostegno degli obbiettori di coscienza finiti in carcere in Russia e Ucraina. È l’iniziativa lanciata dalla Comunità Emmaus ceretana da sempre schierata con i più poveri attraverso la raccolta differenziata e l’economia circolare. Dall’anno della fondazione (1949) le Comunità Emmaus affrontano e danno risposte a questa problematica. Proprio con il riciclo di quanto verrebbe buttato nelle discariche, le quasi 400 Comunità Emmaus diffuse nel mondo offrono il mantenimento, senza sussidi e finanziamenti pubblici, alle migliaia di persone accolte in Comunità provenienti dalle più diverse situazioni di disagio e sostengono progetti di solidarietà nelle regioni colpite da gravi calamità.

Ad Aselogna, piccola frazione del comune di Cerea, il 14 settembre 2014 è stata aperta una comunità Emmaus. Si è partiti con 6 comunitari, oltre i responsabili. In questi anni sono state circa 45 le persone accolte. Oggi sono 16 presenti, dai 21 ai 70 anni. Si offre soprattutto la dignità di potersi mantenere con le proprie mani, raccogliendo il materiale scartato e rimettendolo in circolazione nel mercatino solidale dell’usato.

Questo mese ricorre l’ottavo anniversario dell’inizio di questa bellissima esperienza. La vogliamo festeggiare sabato 17 e domenica 18 settembre con una vendita straordinaria al mercatino e tante altre iniziative. Come è nello spirito delle comunità Emmaus, la vendita di sabato 17 verrà destinata alla solidarietà: insieme alle altre 19 Comunità Emmaus italiane verrà usata per sostenere le spese della difesa degli obbiettori di coscienza finiti in carcere in Russia e Ucraina perché non vogliono partecipare a questa assurda guerra.

Domenica 18 insieme alla vendita nel mercatino dell’usato, c’è la possibilità di conoscere la storia di Emmaus, le varie attività della nostra comunità (riciclo, orto, l’apicultura ecc.), con la possibilità di condividere il risotto a mezzogiorno e il buffet durante tutta la giornata, accompagnati, nel pomeriggio, da musica dal vivo.

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, presidio della Cgil sanità: «Subito le assunzioni di operatori sociosanitari e infermieri»

massimo

San Pietro in Cariano, finisce fuoristrada con l’auto: grave 70enne

massimo

Soave, il sindaco Pressi sui ristori per i danni del maltempo: «Preoccupato dal silenzio del Governo»

massimo

Verona, sabato concerto in piazza del popolo a San Michele Extra

massimo

Autonomia, Borchia (Lega): «Il Leone ha ruggito. Traguardo storico per Veneti, non abbiamo mai mollato»

massimo

San Bonifacio, Tosi (Fi) sull’accordo al ballottaggio tra Soave e FdI: «È spaccatura nel centrodestra»

massimo