17.4 C
Verona
21 Maggio 2024
Basso Veronese In evidenza Sport Sport ultimaora

Ciclismo, bis di Pinazzi nella storica Vicenza-Bionde

 

 

Il parmense Mattia Pinazzi ha ritrovato le ottime sensazioni e la brillantezza che già nel 2022 gli avevano consentito di festeggiare il successo nella Vicenza-Bionde e, ieri, si è ripetuto andando nuovamente a raccogliere il fragoroso applauso del pubblico della Regina delle Classiche in linea per Under 23. Il portacolori della Arvedi Cycling ha preceduto il triestino Daniel Skerl (CTF) e il bresciano Giosuè Epis (Zalf) con cui è andato così a comporre un podio di altissima qualità.
Ben 181 i corridori che hanno risposto presente all’appello dello staff dell’Us Bionde presentandosi ai nastri di partenza di Soave. Nonostante la minaccia del maltempo, il gruppo è scattato sin dai primi chilometri ad alta velocità dando vita ad una lunga bagarre che ha preceduto il nascere dell’azione tentata da Valerii Shtin (CTF), Luca Cretti (Colpack Ballan) ed Eric Markwalder (Vc Mendrisio). Con il passare dei chilometri al comando della corsa resistono solo Shtin e Cretti che, all’entrata del circuito di Bionde viaggiano con 2’40” di vantaggio sul gruppo. Il gap si dilaterà ulteriormente sino a raggiungere i 3’20” prima che a prendere in mano le redini dell’inseguimento sia la Zalf Euromobil Désirée Fior. Il treno bianco-rosso-verde riporta sotto il plotone e riapre clamorosamente i giochi al suono della campana. A decidere la 79^ Vicenza-Bionde è così un alt ro sprint a ranghi compatti che vede prevalere nettamente il parmense Mattia Pinazzi (Arvedi) grazie ad una progressione di rara potenza con cui regola il possente triestino Daniel Skerl (CTF) e il brillante bresciano Giosuè Epis (Zalf).
«Ci tenevo particolarmente a fare bene oggi perchè non capita spesso di partire con il numero uno sulla schiena. Voglio ringraziare la squadra per avermi pilotato al meglio nel finale di corsa, sono felicissimo per questa vittoria», ha esultato Mattia Pinazzi.

«Oggi abbiamo vissuto un’altra bellissima giornata di sport che ci rende particolarmente felici e soddisfatti ma che, soprattutto, ci consente di guardare al futuro con grande entusiasmo. Voglio ringraziare gli amministratori di Soave e di Salizzole per l’appoggio che ci hanno garantito e tutti gli sponsor che ci hanno sostenuto con generosità. Un grazie particolare va ai miei vice Fabiano Fadini ed Ettore Isoli oltre che a Paolo Cazzola che con la sua passione ci spinge a dare ogni anno di più. Voglio fare i miei complimenti a tutti gli atleti perchè non si sono risparmiati e hanno regalato uno spettacolo unico al pubblico che qui non manca mai. Ha vinto Pinazzi ma tutti, dal primo all’ultimo meritano un applauso per quanto hanno fatto vedere oggi», ha concluso Filippo Scipioni, presidente dell’Us Bionde, Filippo Scipioni.

Ordine d’arrivo:
1° Mattia Pinazzi (Arvedi Cycling)
che compie i 164,2 km in 3h37’53” alla media dei 45,217 km/h
2° Giosuè Epis (Zalf Euromobil Désirée Fior)
3° Daniel Skerl (CTF Victorious)
4° Lorenzo Anniballi (Sias Rime Drali)
5° Andrea D’Amato (Biesse Carrera)
6° Rubens Sanchez (Colpack Ballan)
7° Lorenzo Peschi (General Store)
8° Alessio Menghini (Solme Olmo)
9° Alessandro Romele (Colpack Ballan)
10° Lorenzo tedeschi (Hopplà Petroli Firenze)

Condividi con:

Articoli Correlati

Maltempo, Soave conta i danni con oltre 170 abitazioni allagate fino al piano terra, una cantina devastata e 11 frane

massimo

San Pietro di Morubio, un morto nel ribaltamento di un’auto

massimo

San Bonifacio e Soave, attenti a finti tecnici di Acque Veronesi

massimo

Ciclismo, Magagnotti (Autozai Contri) secondo tra i giovani in Nations Cup

massimo

Meteo, nuova allerta in tutto il Veneto per forti piogge. “Rossa” nel Basso Veronese

massimo

Sanità, inaugurato l’Ospedale di Comunità all’interno del Sacro Cuore di Negrar

massimo