29.2 C
Verona
16 Giugno 2021
In evidenza Sport ultimaora

Ciclismo, Giaffreda terzo a Treviso e Disconzi quarto a Prato per il Riboli team

Domenica di altissimo livello per il Riboli team targato Autozai Petrucci Contri. A San Biagio di Callalta (TV), dov’era in programma il 23° Trofeo Sportivi di San Martino, con il terzo posto di Sergio Giaffreda, che può così brindare al primo podio nella categoria Juniores.

Per il classe 2004 un risultato di assoluto valore, ottenuto al termine di una gara interpretata in modo magistrale da tutta la squadra. Sugli scudi anche Davide Ferrari (nella foto), protagonista di una splendida fuga a tre che ha raggiunto il minuto di vantaggio sul gruppo degli inseguitori, e Alessandro Pasquotto, quinto. La gara è stata dominata dalla corazzata Borgo Molino Rinascita Ormelle, con Giovanni Cuccarolo che in volata ha preceduto il compagno di squadra Alberto Bruttomesso.

«Dopo una serie di prove altalenanti, anche se più dal punto di vista dei risultati che non delle prestazioni in sé, stiamo finalmente iniziando a trovare la quadra del cerchio  – afferma il tecnico Mauro Bissoli –. I ragazzi hanno corso molto bene, rispettando alla perfezione il piano gara che avevamo preparato».

A completare una domenica da incorniciare, continua il buon momento anche di Samuele Disconzi, che dopo il secondo posto di domenica scorsa a Stradella si conferma anche con la maglia della Rappresentativa Veneto, arrivando quarto al 1° Memorial Bresci-Piccola Liegi a Galciana di Prato.

Condividi con:

Articoli Correlati

Salizzole, domani il trofeo di ciclismo per giovanissimi del Gs Italo

massimo

Verona, assemblea pubblica del centro sinistra in vista delle amministrative 2022

massimo

Verona, all’Università convegno internazionale sul ruolo dell’Unione europea nel Mondo

massimo

Primo Giornale in distribuzione nell’Est Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Bardolino, Raoul Bova al Film Festival con il suo “Ultima gara”

massimo

Dazi Usa, Abbona (Unione italiana vini): «Bene la sospensione di 5 anni del contezioso»

massimo