7.7 C
Verona
24 Febbraio 2024
In evidenza Sport ultimaora

Ciclismo, prima vittoria in carriera per Martini (Riboli) a Sant’Angelo di Romagna

Il Team Riboli Autozai Petrucci Contri torna sul gradino più alto del podio. Al 3° Memorial Michael Antonelli – Trofeo Nove Colli – Memorial Lorenzo Bigucci è Marco Martini a centrare una vittoria che mancava dallo scorso 12 marzo, quando a Silvella di Cordignano era stato Franco Cazzarò a cogliere la sua prima affermazione in categoria.
Al via della manifestazione organizzata da Unipolglass in collaborazione con Sidermec F.lli Vitali, GC Fausto Coppi Cesenatico e Pol. Fiumicinese 181 atleti, che si sono sfidati sull’impegnativo percorso di 115,6 km (dislivello 764 m.) tra Cesenatico e Sant’Angelo di Gatteo. Rispetto al 2022 un’unica ma significativa variazione nella seconda parte di gara, con il circuito “della Cornacchiara”, caratterizzato dal GPM posto al bivio per Borghi a 251 metri s.l.m., da ripetere tre volte, anziché due come nell’ultima edizione.
Dopo un primo tratto in linea di 4,2 km, i concorrenti hanno percorso le sei tornate pianeggianti del circuito di 9,1 km tra i fiumi Rigossa e Rubicone, prima di percorrere il tratto in linea verso Sogliano e il circuito della Cornacchiara. Al secondo passaggio sono Martini e Sambinello (Work Service) a portare l’attacco decisivo. Dopo aver fatto ritorno verso la riviera affrontando l’ultimo tratto di 8 km, i due fuggitivi si sono giocati la vittoria in volata sul traguardo posto in via Allende a Sant’Angelo di Gatteo, con Martini che chiude in 2h54’00 alla media di 39,862 km/h. A 10” di ritardo il gruppo degli inseguitori, regolato da Alessandro Borgo (Work Service).

«Complimenti a Marco e a tutta la squadra, tornare al successo ha sempre un sapore speciale, soprattutto dopo esserci andati vicino in più di un’occasione nelle ultime settimane – ha commentato il tecnico Davide Bastianello -. È stata una gara molto difficile, caratterizzata da un percorso tortuoso in cui ci sono state diverse cadute, specialmente nella parte bassa e durante il trasferimento verso il secondo circuito, ma i nostri atleti sono stati bravi a tenere sempre le posizioni di testa sin da primi giri e quindi a non farsi coinvolgere».

Condividi con:

Articoli Correlati

Salute, all’ospedale di Negrar il simposio mondiale sui trattamenti radioterapici di ultra precisione tramite Unity

massimo

Verona, domani sit-in in piazza Bra per la Pace in Palestina e Ucraina

massimo

Sanità, l’Oncologia dell’Azienda ospedaliera di Verona protagonista di un nuovo farmaco contro il tumore al pancreas

massimo

Villafranca, i sindacati proclamano lo stato di agitazione alla casa di riposo 

massimo

Verona, 8 arresti per associazione per delinquere, violenza sessuale aggravata, sfruttamento della prostituzione, detenzione di armi clandestine e truffa

massimo

Bardolino, il 29 febbraio (unica data in Veneto) Paolo Belli porta al teatro Corallo il suo “Pur di far Commedia”

massimo