9.1 C
Verona
3 Dicembre 2022
In evidenza Sport ultimaora

Ciclismo, prima vittoria per Lonardi (Autozai Petrucci Contri) classe 2004

Continua lo splendido momento del Team Autozai Petrucci Contri, che centra la terza vittoria stagionale con lo spunto da finisseur di Francesco Lonardi sul rettilineo d’arrivo del 5° Trofeo Comune di Marcaria. Per Lonardi, che chiude le 40 tornate del circuito di 2 km in 1h 53’53 alla media di 42,148 km/h, è la prima vittoria con la maglia del Team dopo i tre terzi posti conquistati quest’anno e il secondo posto del 2021. A completare un weekend da sogno è il terzo posto di Pietro Biondani, che solo per pochissimi centimetri non regala al Team una fantastica doppietta. Il podio tutto veronese è completato da Leonardo Rossi, della Assali Stefen Makro.

«Fin da subito è stata una gara da subito molto tirata – così il classe 2004 – siamo usciti in dieci dopo una ventina di chilometri e abbiamo tenuto la testa collaborando fino a dieci dalla fine, all’ultimo passaggio avevamo circa venti secondi di ritardo dal fuggitivo che aveva provato a sganciarsi, poi al suono della campana sono iniziati scatti e controscatti e siamo rientrati. Quando mancavano circa 800 metri sono partito e ho tirato dritto, prendendo quel vantaggio che mi ha permesso di conquistare una vittoria che aspettavo da tantissimo tempo, e che finalmente è arrivata. Una dedica particolare a tutto lo staff e alla dirigenza del Team per aver sempre creduto in me e avermi accompagnato in ogni momento di questi due anni meravigliosi».

«Complimenti ai ragazzi e a tutto lo staff, hanno sempre lavorato con grande professionalità e questa vittoria è un altro splendido riconoscimento per l’impegno e la determinazione con cui hanno onorato la maglia”, così il presidente Enrico Mantovanelli. “Sono particolarmente contento per Francesco, un ragazzo e un atleta in cui ho sempre creduto e che in questi due anni con noi ha raccolto molto meno di quello che avrebbe meritato per il suo grandissimo potenziale. Gli va dato merito di essere sempre rimasto concentrato sull’obiettivo e di non mollare mai. Vederlo tagliare il traguardo a braccia alzate è stata una grandissima emozione. Complimenti anche a Pietro per il terzo posto e anche a Omar Dal Cappello, che in Toscana ha sfiorato l’ingresso nella top ten al termine di una gara molto dura e selettiva. Confido nel fatto che l’ottimo finale di stagione ci sia da stimolo per ripartire con ancora maggior entusiasmo».

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, lutto nel mondo agricolo e sindacale per la scomparsa di Laura Ferrin

massimo

Rinnovabili, Borchia (Lega): «Pericolo dipendenza tecnologica da Cina, ora creare filiera fotovoltaico in Europa»

massimo

Verona, camionista muore in un incidente tra Tir sulla strada dell’Alpo

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Morte di Rebellin, il ricordo di Zaia: «Il ciclismo veneto perde una figura storica, esempio di atleta e di uomo»

massimo

Tragedia nel ciclismo: Davide Rebellin travolto e ucciso da un Tir mentre si allena in bicicletta

massimo