23.1 C
Verona
14 Agosto 2022
In evidenza Spettacoli & cultura ultimaora

Cinema, torna sul Garda il Bardolino Film Festival con protagonisti come Pierfrancesco Favino

Da Pierfrancesco Favino a Milena Vukotic, da Mario Martone a Davide Cassani. Sono alcuni dei protagonisti della letteratura e della cinematografia italiana che dal 15 giugno saranno ospiti del “Bardolino Film Festival”, la rassegna cinematografica arrivata alla sua seconda edizione che, organizzata e sostenuta dal Comune di Bardolino, con la direzione artistica del giornalista e critico cinematografico Franco Dassisti, proseguirà fino al 19 giugno in riva al Garda.

Il festival vede due concorsi dedicati a cortometraggi (BFF Short) e documentari (BFF Doc), e cinque serate di grande cinema con la sezione BFF Specials, con presentazioni di libri e incontri sul tema portante di questa seconda edizione: “Figli della Terra”. Una riflessione sul rapporto tra l’uomo e il pianeta, ma anche sulla transizione green e il legame con le proprie radici, società e cultura.

Verrà, inoltre, assegnato il “Premio alla Carriera” che quest’anno andrà a Milena Vukotic, attrice nota al grande pubblico per il personaggio leggendario di Pina Fantozzi o più recentemente per quello di nonna Enrica nella serie “Un medico in famiglia”.

Tanti, poi, i grandi nomi del cinema italiano attesi a Bardolino. A partire da Pierfrancesco Favino, reduce dal successo a Cannes, che sarà omaggiato con il Premio Bardolino e presenterà l’ultimo film di Mario Martone, “Nostalgia”. Il cinema di Mario Martone sarà protagonista anche della serata conclusiva del festival nel corso della quale “Qui rido io” riceverà il prestigioso Premio Ciak d’oro alla presenza del regista, dell’attrice Cristiana Dell’Anna e della sceneggiatrice Ippolita Di Majo.

Gli appuntamenti dedicati al cinema al femminile prevedono, inoltre, il Premio BFF Scintilla a Rosa Palasciano per la sua interpretazione in “Giulia” di Ciro De Caro, ed il BFF Shooting Star a Barbara Ronchi per “Settembre”, opera prima di Giulia Steigerwalt.

Tra gli ospiti della manifestazione anche il regista e sceneggiatore Francesco Bruni, che guiderà la giuria del concorso documentari insieme alla moglie, l’attrice Raffaella Lebboroni, e alla figlia Irene Bruni, fotografa e cinefila: è la prima volta che la giuria di un festival cinematografico viene affidata ad un nucleo familiare. A giudicare i film del concorso cortometraggi saranno invece l’attore e regista Paolo Sassanelli, l’attrice Daphne Scoccia e Alessandro Giorgio, organizzatore del Torino Short Film Market.

A Paolo Sassanelli e Daphne Scoccia il festival dedicherà due omaggi legati al mondo dei cortometraggi, con le proiezioni di “Uerra” e “Ammore”, entrambi diretti da Paolo Sassanelli, e di “Piano Terra”, “Via Lattea”, “Specchio” e “Io sono Matteo”, interpretati da Daphne Scoccia.

Il Concorso Documentari offrirà un viaggio tra storie e Paesi declinando il tema “Figli della Terra” attraverso i racconti degli hotel abbandonati in Serbia di “Signs of life” di Marko Nikolić; le campagne cinesi investite dalla crisi ecologica di “Earth: Muted di ÅsaEkman” di Oscar Hedin e Mikael Kristersson; fino alle strade di una Damasco soleggiata filmata da un gruppo di giovani registi in “Summer, city and a camera” di Anas Zawahri.

La selezione BFF Short ospiterà, invece, 26 film provenienti da tutto il mondo che vogliono raccontare la terra a 360 gradi, con titoli più strettamente legati a tematiche ambientali ma anche con opere di più ampio respiro in grado di raccontare il rapporto con il territorio.

Mentre la sezione BFF Books, dedicata agli incontri letterari, proporrà undici libri, tra saggi e romanzi, che declinano la tematica principale del Festival. Tra gli autori presenti: Davide Cassani, Serena Marchi, Fulvio Valbusa, Carlo Gabardini e molti altri.

Condividi con:

Articoli Correlati

Olivicoltura, video dell’Aipo: olive entrate nella fase di inolizione

massimo

Sanità, la Cgil denuncia: «La diagnostica biologica del Centro trasfusionale di Bussolengo spostata a Borgo Roma»

massimo

Verona, al “Mura Festival” il reggae dei “Niu Tennici in Roots of San Bernardin”

massimo

Zaia ricorda Augusto Salvadori: «Un veneziano innamorato fino in fondo della sua città»

massimo

San Giovanni Ilarione, arrestato il 61enne: era tornato a casa pistola in pugno

massimo

San Giovanni Ilarione, il pensionato che ha sparato all’ex moglie senza colpirla è in fuga armato

massimo