20.3 C
Verona
23 Maggio 2024
Economia In evidenza ultimaora

Commercio, domani il via ai saldi estivi in Veneto

«Stiamo assistendo a cauti segnali di ripresa sul fronte economico e anche su quello commerciale. La scelta di dare la possibilità di vendite straordinarie nel mese antecedente è stata ben accolta dai commercianti e sembra essere stata gradita da chi acquista. Ora ci attendiamo che i saldi estivi offrano maggiore slancio alla ripresa del nostro commercio, soprattutto quello al dettaglio».

L’ha detto oggi l’assessore regionale allo sviluppo economico Roberto Marcato sottolineando che domani 3 luglio in Veneto, come deliberato dalla giunta regionale, prendono avvio i saldi estivi. La stessa giunta regionale, contestualmente a parziale deroga della normativa regionale, ha consentito lo svolgimento delle vendite promozionali anche nei trenta giorni antecedenti alle vendite di fine stagione che inizieranno domani per protrarsi fino al 31 agosto 2021.

«Una scelta ponderata in accordo con le associazioni di categoria del mondo commerciale – conclude l’assessore Marcato – che è servita a dare ancora maggiore impulso al commercio dopo oltre un anno e mezzo di pandemia. La Regione continuerà a sostenere il rilancio del commercio. Ciò significa puntare a rivitalizzare i centri, rilanciare la socialità e far rifiorire i nostri paesi, dove la gente sta tornando ad incontrarsi e ci auguriamo torni anche a fare acquisti».

Condividi con:

Articoli Correlati

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Valpolicella, approvato il bilancio del Consorzio di tutela della Doc: 3,8 milioni di fatturato

massimo

Verona, domenica a Villa Buri la “Festa dei Popoli” con tema “In cammino per la pace”

massimo

Polato (FdI): «L’Europa sia unita contro l’eccessiva capacità cinese. Rischio da Pechino di dazi al vino europeo»

massimo

Verona, incontro sull’Autonomia differenziata con Paolo Borchia e il ministro Calderoli

massimo

San Bonifacio, alzato il ponte della Motta per far passare l’Alpone in piena

massimo