27.8 C
Verona
24 Luglio 2024
Economia In evidenza ultimaora

Confcooperative Verona, confermati i vertici con alla presidenza Fausto Bertaiola

L’assemblea provinciale di Confcooperative Verona ha riconfermato alla guida il presidente uscente Fausto Bertaiola. Il rinnovo dei vertici si è tenuto domenica 25 febbraio ed ha visto, a conclusione del mandato quadriennale, l’assemblea provinciale di Confcooperative Verona riconfermare alla guida il presidente Fausto Bertaiola ed il direttore a Davide Bulighin.

Il 2023 si è chiuso con saldo positivo per l’Unione, rappresentata da 216 cooperative associate, circa 24.706 soci e un fatturato totale aggregato che supera i 4,7 miliardi di euro, con un incremento del 6% della base associativa, rispetto all’anno precedente.

“Lavoro, Comunità, Futuro. La funzione sociale della cooperazione” era infatti il titolo dato all’assemblea, chiamata ad identificare le direttrici di azione e sviluppo della cooperazione veronese per il prossimo quadriennio. «Permangono criticità irrisolte, prima tra tutte la perdurante crisi economica, e l’inflazione, che si sono tradotte in una stagnazione che si prospetta di lunga durata. Una crisi – ha sottolineato Bertaiola –, che vede l’agricoltura sempre più in difficoltà e sempre meno competitiva, in balia degli effetti del cambiamento climatico e che in alcuni comparti rischia l’estinzione».

«Quelli passati sono stati quattro anni impegnativi – ha sottolineato il presidente Bertaiola – di sfide, progetti, investimenti e risposte date alle cooperative e al territorio veronese. Una società che crea ogni giorno nuove emarginazioni e nuove forme di emarginazione alle quali il welfare dello Stato non riesce a dare risposte. Risposte rispetto alle quali il sistema della cooperazione sociale, nella sua attività di supplenza svolta con sacrificio ed efficienza, è chiamata direttamente in causa ne continua a dare risposte indispensabili».

Alla luce di quanto sopra, le sfide dei prossimi quattro anni chiedono di trovare il giusto equilibrio tra la competitività e il rispetto dei principi fondanti della cooperazione. «Se da un lato il mercato spinge sempre più verso le aggregazioni – ha proseguito il presidente – dall’altro non dobbiamo perdere il collegamento con il territorio e con il socio, che rappresenta la nostra prima ragione di essere».

«L’assemblea elettiva 2024 è stata inoltre grande momento di confronto tra parti sociali, istituzioni, politica, sindacati, categorie datoriali per la costruzione di linee di progettazione e sviluppo industriale oltre che sociale, per il nostro territorio, sottolineando fortemente la necessità di avere impatto positivo sulle comunità coinvolte», ha concluse il direttore Davide Bulighin.

Condividi con:

Articoli Correlati

Viabilità, riaperta ieri la Provinciale 20 tra Nogara e Salizzole

massimo

Verona, 33 arresti contro la rete di criminali che rapinava, scippava, aggrediva persone davanti alla Stazione

massimo

Malcesine, precipita con il parapendio lanciandosi dal monte Baldo: morto

massimo

Verona, consegnate da Tosi e Bisinella al carcere di Montorio 11 tonnellate di piastrelle per rifare le docce

massimo

Nuoto, Bentegodi sugli scudi ai Regionali con Aiello e Brembilla oro nel dorso

massimo

Ciclismo, l’Autozai Contri domina il Giro del Veneto Juniores: tre vittorie su 4 tappe e Valjavec campione

massimo