15.9 C
Verona
21 Aprile 2024
In evidenza Politica ultimaora

Consiglio provinciale, domenica si rivota per l’errore di consegna di una scheda

pastorelloa

E Verona torna al voto nel giro di una settimana. Sarebbe da ridere se non fosse che parliamo delle elezioni per il consiglio provinciale di Verona, oggi ente di secondo grado (votano sindaci e consiglieri comunali), salvato dalla vittoria dei No al Referendum costituzionale del 4 dicembre scorso. È accaduto che domenica 8 gennaio, durante le operazioni di voto, per errore, è stata consegnata una scheda di colore grigio (Comuni con popolazione superiore a 5.000 e fino a 10.000 abitanti), anziché una scheda di colore giallo (Comuni con popolazione superiore a 250.000 e fino a 500.000 abitanti) ad un elettore consigliere del Comune di Verona. E così, la Commissione elettorale della Provincia ha chiesto al presidente provinciale (la cui poltrona non è in discussione), di rifare le operazioni di voto per gli elettori delle due fasce di Comuni coinvolti dell’errore. Dovranno quindi rivoltare i sindaci ed i consiglieri comunali dei Comuni della fascia più popolosa, da Verona a San Giovanni Lupatoto, per un totale di 140 elettori.

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, Giuseppe Riello rieletto per la terza volta alla presidenza della Camera di Commercio

massimo

San Bonifacio, l’assessore uscente Simona de Luca si candida a sindaco con una civica

massimo

San Bonifacio, Forza Italia e Fratelli d’Italia candidano Nicola Gambin a sindaco

massimo

Cerea, l’Isuzu dona un furgone ai Carabinieri per la Croce Rossa Kosovara

massimo

Europee, presentata la ricandidatura di Borchia (Lega): «Questa è un’Europa che va ripensata, cambiata»

massimo

Legnago, domenica Tosi presenta la lista di Forza Italia per le Comunali

massimo