16.4 C
Verona
30 Settembre 2022
Cronaca In evidenza Politica Politica ultimaora

Consiglio provinciale, ecco i 16 consiglieri eletti dai sindaci: confermato il legnaghese Bisighin

Tra tante conferme (da Alessio Albertini, sindaco di Belfiore, a Loris Bisighin, consigliere comunale a Legnago, a David Doi Michele, vicepresidente uscente e consigliere a Lavagno) e qualche novità (Federica Losi di Mezzane e Carla Padovani di Verona) c’è stato oggi, domenica 19 dicembre, il rinnovo del consiglio provinciale con lo spoglio delle schede delle elezioni tenute ieri, sabato 18.

Per la lista n°1 “Insieme per Verona” sono stati eletti: Luca Trentini (sindaco di Nogarole Rocca) e Alessio Albertini (sindaco di Belfiore); per la lista n° 2 “Amministratori Verona Scalzotto Presidente”: Albertina Bighelli (consigliere di Sommacampagna), Loris Bisighin (consigliere di Legnago), Michele Taioli (consigliere di Illasi), Zeno Falzi (consigliere di Grezzana), Silvio Salizzoni (consigliere di Bussolengo), Mauro Gaspari (consigliere di San Martino Buon Albergo), Federica Losi (consigliere di Mezzane) e Carla Padovani (consigliere di Verona); per la n° 3 “Amministratori per il Territorio Scalzotto Presidente”: David Di Michele (consigliere di Lavagno), Roberto Brizzi (sindaco di Bussolengo), Sergio Falzi (consigliere di Castel D’Azzano), Ottorino Peretti (consigliere di San Zeno di Montagna), Vladimir Castellini (consigliere di Bovolone) e Diego Ruzza (sindaco di Zevio). Per la lista n° 4 “Civica per il Territorio”, nessun eletto.

Alessio Albertini, Albertina Bighelli, Loris Bisighin, Zeno Falzi, Silvio Salizzoni, David Di Michele e Sergio Falzi erano consiglieri uscenti della precedente assemblea del Palazzo Scaligero. Gli eletti, in tutto 16, rimarranno in carica due anni o comunque fino alla cessazione della carica di sindaci o consiglieri nei Comuni d’appartenenza. Il mandato del presidente Manuel Scalzotto, invece, è di quattro anni e scadrà a fine ottobre 2022. Nella prima seduta del nuovo Consiglio provinciale si terrà la convalida degli eletti.

Il sistema elettorale è il cosiddetto “ponderato”, ovvero la preferenza espressa ha avuto un peso differente in relazione al numero di abitanti dei Comuni degli amministratori chiamati al voto (in tutto oltre 1.100 votanti, ovvero l’86% dei 1.314 aventi diritto).

Nella foto, il presidente della Provincia, Manuerl Scalzotto, al voto.

Condividi con:

Articoli Correlati

Trasporti, Atv annuncia la disdetta del contratto integrativo: sindacati pronti allo sciopero dal 3 ottobre

massimo

Trasporti, da lunedì 3 ottobre Atv lancia nuove corse per far fronte alle criticità di inizio anno scolastico

massimo

Verona, domani l’insediamento del nuovo vescovo Domenico Pompili

massimo

Verona, 39enne perde la vita scontrandosi in moto contro un’auto

massimo

Maltempo, grandinata ieri pomeriggio tra Fumane e il Garda: colpiti gli olivi

massimo

Poste Italiane, i cittadini di Legnago, S. Bonifacio, Pescantina coinvolti nel progetto “Etichetta la cassetta”

massimo