20.9 C
Verona
13 Luglio 2024
Cronaca In evidenza ultimaora

Coronavirus Fase 2, Mirandola della Uila-Uil: «Il bonus da 600 euro di aprile non può escludere gli operai agricoli»

«La Uila in questo momento è impegnata a sollecitare i senatori e onorevoli per sottoporre alla loro attenzione una questione di primaria importanza, non solo politica ma ancora prima di equità tra i cittadini e di giustizia sostanziale, con riguardo alla disciplina delle misure di sostegno che il Governo sta approntando, nell’emanando, ulteriore, decreto legge – sottolinea il segretario della Uila, sindacato dei lavoratori agricoli, di Verona e Trento, Daniele Mirandola -. Sembrerebbe che rispetto alle nuove misure allo studio, vi sia il rischio di escludere dal cosiddetto bonus,che a marzo era di 600 euro ma che è intenzione innalzare, tutto il settore dei lavoratori agricoli».

«La conseguenza, nella malaugurata ipotesi in cui venisse data concretezza a questo disegno, sarà che potrebbero fruire di tale fondamentale misura di sostegno anche persone che non ne avrebbero un reale ed impellente bisogno mentre ne resterebbero esclusi tout court i lavoratori agricoli – continua Mirandola -. E questo, senza alcuna giustificazione sostenibile, e per di più in assenza, con riguardo agli altri beneficiari, di qualsivoglia requisito reddituale o patrimoniale del singolo richiedente».

«Vogliamo sottolineare che una simile immotivata esclusione potrebbe avere conseguenze molto negative sul piano sociale e siamo concretamente preoccupati della reazione, probabilmente esplosiva, che realisticamente verrebbe da lavoratori abituati sì a sopportare la fatica quotidiana, ma che di certo non tollererebbero una simile palese violazione del principio di eguaglianza – riprende Mirandola -. Pensate a un bracciante agricolo che acquisisca la consapevolezza che, al contrario del suo datore di lavoro, coltivatore diretto, cui spetterebbe il bonus, forse anche maggiorato rispetto a marzo, non ha più diritto a quell’indennizzo da parte dello Stato. La protesta si alimenterebbe durissima: e vogliamo pensare che in un frangente così drammatico questa sia l’ultima cosa auspicabile. Confidiamo pertanto nella condivisione di questi argomenti e in un fattivo intervento sui testi di legge per evitare una simile sperequazione a esclusivo danno dei più deboli all’interno del settore dell’agricoltura».

Condividi con:

Articoli Correlati

Albaredo d’Adige, scomparso l’ex sindaco Erminio Guzzo: fu l’ultimo della Dc

massimo

Verona, un morto sulla Serenissima questa notte nello scontro tra due auto

massimo

Verona, festa della Cgil venerdì sabato e domenica nell’area verde davanti alle Piscine Santini

massimo

Legnago, scintille tra Ambrosini e il neosindaco Longhi nel primo consiglio della nuova amministrazione

massimo

Primo Giornale in distribuzione nell’Est Veronese, qui sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Ciclismo, Magagnotti (Autozai Contri) è campione europeo nell’inseguimento a squadre

massimo