26.1 C
Verona
19 Luglio 2024
Economia In evidenza ultimaora

Covid-19 Fase 2, erogati dal sistema delle Bcc crediti fino a 25 mila euro per altri 1,275 miliardi

A 70 giorni dall’inizio della crisi sanitaria, il primo bilancio del Credito Cooperativo sulle moratorie deliberate e operative e sui prestiti garantiti secondo il Decreto Liquidità vede deliberate e operative 262 mila moratorie per un valore di 31,3 miliardi ed erogati crediti fino a 25 mila euro per altri 1,275 miliardi.

Sul versante della indispensabile iniezione di liquidità all’economia, le 250 Bcc italiane, organizzate nei due Gruppi Bancari Cooperativi Iccrea e Cassa Centrale Banca e, in Alto Adige, attorno alla Federazione Raiffeisen, hanno complessivamente trasmesso al Fondo di Garanzia delle PMI 66.363 richieste di garanzia a valere sulle misure del Decreto Liquidità del 27 maggio. Si tratta di oltre il 16% del totale delle pratiche inviate al Fondo, secondo dati forniti dal Medio Credito Centrale.

L’importo complessivo dei finanziamenti erogati dal Credito Cooperativo e assistiti dalle garanzie statali supera i 2 miliardi 183 milioni di euro, l’11,4% del totale dei prestiti erogati. Delle complessive 66.363 richieste, ben 61.973 riguardano pratiche relative ai prestiti fino a 25 mila euro per un importo complessivo superiore ad 1 miliardo e 275 milioni di euro. Il Credito Cooperativo rappresenta, su questa misura, il 16,58% del totale delle pratiche trasmesse e il 16,52% del totale degli importi erogati.

L’altro fronte, quello della sospensione dei debiti contratti fino allo scoppio del contagio, a sostegno di famiglie, imprese e lavoratori autonomi, ha visto oltre 262 mila pratiche di moratoria deliberate in Italia dalle Banche di Credito Cooperativo, Casse Rurali e Casse Raiffeisen e già operative per un importo complessivo di circa 31,3 miliardi di euro, quasi un quinto del totale dei crediti erogati dal settore del Credito Cooperativo.

Il grande impegno di chi amministra, dirige e lavora nelle banche mutualistiche di comunità, nelle loro Capogruppo e nelle loro Federazioni sta consentendo di utilizzare tutte le misure previste dal Governo per mitigare l’impatto dell’emergenza Covid sul sistema economico e sulle famiglie in modo da assicurare sia la sospensione degli impegni di rimborso dei crediti in essere fino all’inizio di marzo sia l’apertura di nuovi flussi finanziari a famiglie, professionisti e piccole e medie imprese.

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, denuncia di Gottardi (Uil) sul degrado all’ospedale Geriatrico: «All’interno vivono sbandati violenti e pericolosi»

massimo

Verona, celebrato ieri il ricordo dell’assalto partigiano al Carcere degli Scalzi

massimo

Verona, grazie all’8xmille alla Chiesa Cattolica è nata Casa Santa Elisabetta per donne in difficoltà

massimo

Valpolicella Doc, presentato in Regione il Dossier socioeconomico 2024 della principale denominazione Rossa del Veneto

massimo

Feste de L’Unità 2024, il via venerdì 19 luglio a Quinzano e Casaleone

massimo

Oppeano, rinnovato l’accordo integrativo alla Finstral

massimo