12 C
Verona
23 Ottobre 2020
Cronaca In evidenza ultimaora

D’Arienzo (Pd) sui buu allo stadio: «Basta infangare la città, Verona isoli Castellini e Bacciga»

«Ormai è tutto chiaro: al Bentegodi pochi razzisti hanno nuovamente infangato la città». Lo dice Vincenzo D’Arienzo, senatore Pd, intervenendo sulla vicenda diventata un caso nazionale: «I fatti sono avvenuti, nessuno può negarlo, ma non è giusto estendere le responsabilità, ne a tutti i tifosi ne a tutta Verona. Entrambi non meritano la gogna per una minoranza di razzisti. Il problema, però, sono i distratti: il sindaco (imbarazzante), l’Hellas Verona (pesce in barile) e i tanti che negano, si rifugiano dietro spiegazioni incomprensibili, attribuiscono le polemiche ai soliti di sinistra».

«Sono i distratti a creare quel clima che impedisce la risposta ferma ai razzisti, a partire dal diniego di frequentare lo stadio – continua D’Arienzo -. In puro stile negazionista, in linea con una certa cultura discriminante, sono le farneticanti frasi di tale Castellini nonché la sgradevole proposta di un consigliere, Bacciga, peraltro indagato per il saluto romano in consiglio comunale. Costoro ed altri, negando l’evidenza, ritengono che il problema sia la discussione sui fatti, non i fatti stessi, orribili e perseguibili per legge. Sono questi atti e tali signori che infangano la città, medaglia d’oro al Valore Militare della Resistenza».

«La negazione di un atto di razzismo significa superare la linea di demarcazione tra la civiltà e la barbarie. Questo consigliere comunale non rappresenta Verona ed in questo modo tutela solo quella sparuta minoranza minoritaria che allo stadio ha macchiato la città in numerose occasioni e che andrebbe perseguita, culturalmente e giudiziariamente.

Questa gente non dovrebbe mai trovare albergo, neanche nelle istituzioni – conclude D’Arienzo -. Isoliamoli. Nessuno li copra o li giustifichi con un errato senso democratico. E lo dico agli altri firmatari della proposta. Per quei signori la democrazia è un lusso, avrebbero dovuto provare la dittatura che tanto li appassiona».

 

Articoli Correlati

Legnago, al Teatro di Vigo la commedia “La Ida marida un sior!”

massimo

Emergenza Covid, Zaia annuncia l’arrivo di una Immuni “Veneta”

massimo

Solidarietà&Sport, la “We Run” quest’anno si correrà sul web

massimo

Verona, si terrà la manifestazione “Ristorante Tipico”

massimo

Verona, “zone rosse”, vigili di pattuglia e via Mazzini a senso unico contro il Covid

massimo

Verona, aperto il XIII Forum Economico Eurasiatico

massimo