30.5 C
Verona
10 Agosto 2022
Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora Valpolicella

Domani Zaia a Negrar per la posa della prima pietra del nuovo ospedale

zaia-negrar

Il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, sarà domani, mercoledì 4 ottobre, alle 11 a Negrar per la posa della prima pietra del progetto di riqualificazione dell’ospedale Sacro Cuore. L’evento si terrà all’interno dell’annuale Festa di Don Calabria).

«La migliore accoglienza del paziente è al centro di questo progetto di riorganizzazione complessiva della struttura ospedaliera, migliorando l’accesso a tutti i suoi servizi, con l’obiettivo di adeguare la struttura all’esponenziale sviluppo medico-scientifico e tecnologico che il nosocomio ha avuto negli ultimi decenni», sottolinea l’amministratore delegato del Sacro Cuore; Mario Piccinini.

Il primo step dei lavori, che coinvolgeranno la Cittadella della Carità per cinque anni, sarà la realizzazione della palazzina d’ingresso dell’ospedale di cui il presidente Zaia poserà la prima pietra La cerimonia avrà inizio alle 11 di fronte all’ingresso di Casa Nogarè. Il superiore generale dell’Opera Don Calabria, padre Miguel Tofful, impartirà la benedizione.

Successivamente il presidente Zaia visiterà le nuove acquisizioni tecnologiche dell’ospedale. In particolare l’innovativo sistema di radiochirurgia per il trattamento delle metastasi cerebrali multiple (HyperArc) e la nuova TC a doppia energia, il modello di ultima generazioni della Tomografia Computerizzata, particolarmente indicata per le indagini cardiovascolari.

Condividi con:

Articoli Correlati

Contaminazione da Pfas, Cristina Guarda (EV): «Negli Usa sempre più pressioni per uno screening esteso»  

massimo

Aipo, fase di ispessimento delle olive

massimo

Finanza, “Banche Venete Riunite” chiude la semestrale con l’utile a 5,1 milioni. Iselle nuovo direttore generale

massimo

Politiche 2022, ““+Europa Verona”: «Calenda non rispetta i patti, per questo abbiamo rotto con lui»

massimo

S. Bonifacio, ventenne segregata per giorni in un capannone abbandonato: fugge e fa arrestare l’aguzzino

massimo

Trasporti, l’europarlamentare veronese Borchia (Lega) attacca sulle nuove restrizioni al traffico al Brennero

massimo