3.4 C
Verona
8 Dicembre 2022
In evidenza Politica Politica ultimaora Verona città

E Forza Nuova sabato celebra il “funerale politico” di Tosi

forzanuova-bandiere

Alle 10 di sabato 14 marzo all’altezza del Bar “Liston 12” una delegazione del nucleo veronese del Movimento Politico Forza Nuova, con la partecipazione del segretario nazionale Roberto Fiore e del coordinatore del Nord Italia Luca Castellini, celebrerà, con tanto di bara ed annuncio funebre, il funerale politico di Flavio Tosi, a pochi giorni di distanza dall’annunciata decadenza dello stesso da militante e da segretario della Liga Veneta – Lega Nord.

«Quella del signor Flavio Tosi – dichiara Castellini – è stata una lunga agonia, che ha avuto inizio a partire dal 2012 quando la Lista Tosi, dopo l’exploit elettorale conosciuto nel capoluogo scaligero alle amministrative, è sempre incappata o in risultati poco soddisfacenti o in pesanti sconfitte. La lenta decadenza di Tosi è proseguita nel 2014 quando, in seguito a questioni scandalose in parte già emerse ed in parte ancora da chiarire, lo stesso sindaco di Verona si è visto privare prima del suo braccio destro, il vicesindaco Vito Giacino, arrestato nel febbraio 2014 e condannato non più di due mesi fa a cinque anni di reclusione per corruzione, e successivamente del numero 2 della Lista Tosi, nonché assessore allo Sport, Marco Giorlo, dimessosi nell’aprile dello scorso anno in seguito ad una intervista nel corso della quale non era stato in grado di smentire i propri collegamenti con il mondo del malaffare».

«Oggi – continua Alverà Francesco, coordinatore provinciale di Verona – con l’estromissione di Tosi da qualsiasi incarico all’interno della Lega Nord e con le dimissioni dalla carica di sindaco di Verona che ne dovrebbero conseguentemente derivare, visti i ripetuti appelli ad una coerenza peraltro quasi solo e sempre sbandierata, appare chiudersi definitivamente la pagina più buia della politica veronese, fatta di incapacità amministrativa in relazione alle grandi opere (già costate milioni di euro e tutte ferme), di malagestione degli Enti e delle controllate (i vertici sono gravati da scandali giudiziari come parentopoli, appaltopoli e collusioni mafiose), di quartieri abbandonati al degrado, e di aumento di immigrazione e delinquenza».

Condividi con:

Articoli Correlati

Cerea, con la moto contro un’auto: un ferito grave a San Vito

massimo

S.Bonifacio, l’ex ospedale passerà al Comune che darò all’Ulss il terreno per la Casa della Comunità

massimo

Legnago, oltre 80 imprenditori alla serata organizzata dall’europarlamentare Borchia sule politiche Ue per l’energia

massimo

Verona, incidente tra due auto in corso Cavour con un ferito grave

massimo

Sona, finisce con l’auto contro un albero: è in gravi condizioni

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco