9.1 C
Verona
4 Dicembre 2022
Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora Verona città

È nato “Uniti X Verona”, movimento civico che propone iniziative per migliorare la qualità della vita in città

 

È nato “Uniti X Verona”, movimento civico creati dall’insieme di diverse associazioni di quartiere e realtà veronesi col fine di proporre e realizzare iniziative volte a migliorare la qualità della vita di chi risiede e lavora a Verona.

«Lamentarsi non serva a nulla, per questo abbiamo deciso di rimboccarci le maniche e di proporci in prima persona come sentinelle di quartiere in grado di segnalare disagi e necessità agli enti proposti, offrendo nel contempo soluzioni concrete basate sull’esperienza di chi vive il territorio – dicono i coordinatori del Comitato -. Uniti X Verona crede che le attività culturali siano un valore aggiunto da promuovere costantemente in tutti i quartieri della città. Vivere a Verona dev’essere un privilegio per tutti. Attraverso il prezioso lavoro del mondo associazionistico del volontariato e il giusto appoggio da parte dell’amministrazione comunale, siamo convinti che si possa fare molto per far rivivere intere aree cittadine ormai diventate semplici dormitori».

«I nostri quartieri, i nostri parchi, le nostre vie possono diventare più sicure, più accoglienti, più attive e più fruibili anche attraverso l’autogestione responsabile di cittadini che si rendano disponibili a valorizzare e prendersi cura di aree verdi, strutture sportive non adeguatamente utilizzate, monumenti, edifici abbandonati, mettendoli a disposizione di associazioni, famiglie, gruppi di volontariato. La riqualificazione di Porta Vescono ne è un esempio. Tante cose sono possibili con la buona volontà e con un’azione civica responsabile. Uniti X Verona, non è solo quello che propone ma quello che fa e quanto amore mette nel farlo», concludono dal nuovo movimento civico.

Hanno aderito a Uniti x Verona l’associazione Museo della Radio, attiva nella riqualificazione patrimoniale della città volta alla cultura del territorio, Rossana Sechi, dell’Academie d’Art choreographique, in rappresentanza della danza veronese, “Vivere la Storia” associazione che ha riqualificato Forte Rudolph e Simeon de l’Isolo, storico rappresentante del carnevale veronese.

 

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, lutto nel mondo agricolo e sindacale per la scomparsa di Laura Ferrin

massimo

Rinnovabili, Borchia (Lega): «Pericolo dipendenza tecnologica da Cina, ora creare filiera fotovoltaico in Europa»

massimo

Verona, camionista muore in un incidente tra Tir sulla strada dell’Alpo

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Morte di Rebellin, il ricordo di Zaia: «Il ciclismo veneto perde una figura storica, esempio di atleta e di uomo»

massimo

Tragedia nel ciclismo: Davide Rebellin travolto e ucciso da un Tir mentre si allena in bicicletta

massimo