8.9 C
Verona
21 Ottobre 2020
Economia In evidenza ultimaora

Edilizia, l’Ordine degli Ingegneri lancia dei webinar sul Superbonus 110%: «Opportunità per professionisti e cittadini».

«Il Superbonus 110% è un’opportunità per i professionisti e per i proprietari di immobili, specie case singole». È questo in sintesi il quadro emerso dal sondaggio realizzato dall’Ordine degli Ingegneri di Verona per conoscere come è stato accolto dai professionisti e dai propri clienti il Superbonus 110%, l’agevolazione prevista dal Decreto Rilancio che eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, per specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di interventi antisismici, di installazione di impianti fotovoltaici o delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici.

Gli ingegneri ritengono che, grazie all’agevolazione fiscale, il lavoro sia in aumento e lo sarà, soprattutto proponendosi in team per meglio seguire i lavori, anche l’anno prossimo. C’è interesse per l’adeguamento sismico delle abitazione, maggiore di quello riscontrato nel Sismabonus. Diverse le perplessità, invece, per tanti aspetti tecnici non troppo chiari di cui si cercano risposte, ecco il motivo di un webinar con gli enti preposti come Enea ed Agenzia delle Entrate per chiarire tutti quegli aspetti che frenano l’inizio dei lavori.

Dal sondaggio, che prende a riferimento circa il 70% di ingegneri professionisti del settore delle costruzioni iscritti all’Ordine, emerge una fotografia piuttosto chiara. l’84% degli ingegneri ritiene che sia un’opportunità mentre solo il 5% pensa che non lo sia; il 46% degli intervistati ritiene che le ulteriori certificazioni non siano un aggravio di responsabilità a carico, mentre il 41% la pensa diversamente. Sull’operatività la maggioranza degli ingegneri che hanno risposto al sondaggio (57%) ammette di avere già iniziato a lavorare con questa agevolazione, mentre il 38% sta valutando questa nuova opportunità lavorativa e solo il 5% non intende sfruttarla.

«Siamo rimasti positivamente colpiti dalle risposte dei nostri iscritti – evidenzia Andrea Falsirollo, presidente dell’Ordine degli Ingegneri – in particolare per l’elevato numero di professionisti che sta lavorando utilizzando già il Superbonus, per la pronta risposta dei cittadini a confermare i lavori e per l’alta percentuale di interessati al Sismabonus (13,7%). Ciò significa che il Superbonus potrebbe essere veramente lo strumento per smuovere il settore delle costruzioni che con il Covid aveva subito una drastica frenata».

«Dal sondaggio – evidenzia Alessandro Pisanu, coordinatore della Commissione per il Condominio – è emersa da parte dei professionisti anche una ricerca di approfondimenti sul Superbonus su questioni finanziarie, ed emerge interesse a convenzioni con Istituti bancari per la cessione del credito. Infatti, così come per le aziende anche per gli ingegneri vi è la possibilità della cessione del credito per le prestazioni professionali».

«Per fornire chiarimenti e per far luce su alcune questioni emerse dai nostri iscritti – precisa Matteo Limoni, Consigliere dell’Ordine Ingegneri e referente della Commissione per il Condominio – abbiamo deciso di organizzare quattro webinar rivolti ai propri iscritti e a chi voglia maggiori informazioni sul tema con esperti del settore già a partire dal 22 settembre».

Martedì 22 settembre, infatti, dalle 15 alle 18 si terrà il seminario online “Superbonus del 110% opportunità e criticità”. dopo l’introduzione al tema da parte di Matteo Limoni dell’ordine ingegneri di Verona, prenderà la parola Domenico Prisinzano dell’Enea con un intervento dal titolo “Il ruolo di Enea nelle modalità di richiesta degli incentivi”. Degli “Aspetti fiscali legati agli incentivi” tratterà Celestino Bottoni, consulente dell’Agenzia delle Entrate. Diego Norzi di Intesa Sanpaolo parlerà di “La cessione del credito di imposta, modalità e proposte finanziarie”. Moderatore sarà il giornalista Roberto di Lellis.

il primo ottobre dalle 15 alle 17 si terrà il secondo webinar in collaborazione con la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Verona dal titolo “Novità e aggiornamenti giurisprudenziali per il condominio e gli amministratori”. Interverranno Tommaso dalla Massara, professore ordinario dell’Università di Verona di Fondamenti del diritto privato europeo, con una relazione dal titolo “Vendita e fornitura: difetti del bene, onere della prova, rimedi e termini per agire” e Silvia Romanò, dottoranda all’Università di Verona in Scienze giuridiche europee e internazionali, sul tema “Rovina e gravi difetti dei beni immobili: la legittimazione ad agire dell’amministratore di condominio”.

“La prevenzione incendi nei condomini” sarà la tematica del webinar in programma l’8 ottobre dalle 15 alle 18. Il corso, organizzato in collaborazione con la Direzione nazionale del corpo dei vigili del fuoco e Comando dei Vigili del fuoco di Verona, è valido anche per la formazione dei professionisti antincendio

Si parlerà di “Casi pratici per beneficiare del Superbonus 110% e aspetti assicurativi
per i professionisti” il 22 ottobre dalle 15 alle 18. “Casi pratici Superbonus 110%, involucro e impianti” sarà il tema trattato dalla Commissione Impianti Termotecnici dell’Ordine Ingegneri di Verona, la Commissione Energia ed Efficienza dell’Ordine si occuperà di “Casi pratici Superbonus 110%, le energie rinnovabili”. Delle “Assicurazione professionale per le asseverazioni richieste dal Superbonus 110%” sarà l’intervento curato da ASI Insurance Brokers.

Per partecipare ai webinar, è necessario inviare una mail a: ordine@ingegneri.vr.it per ricevere il link del collegamento.

 

Articoli Correlati

Calcio Serie C, prima sconfitta del Legnago

massimo

Calcio Serie C, alla fine del primo tempo Legnago sotto di un gol

massimo

Legnago, vaccinazioni antinfluenzali all’ex Macello “affittato” dai medici di base

massimo

Verona, scappa e getta 1 etto di eroina nel canale che però era asciutto: arrestato

massimo

San Bonifacio, sorpresi a bivaccare al parco tentano la fuga: arrestati

massimo

Verona, arrestato il rapinatore della farmacia del Chievo

massimo