16.4 C
Verona
3 Ottobre 2023
Cronaca In evidenza ultimaora

Emergenza Coronavirus, dopo Legnago anche Verona chiude piste ciclabili, aree verdi e vieta pure le panchine

Il sindaco di Verona, Gabriele Sboarina, ha firmato oggi una nuova ordinanza per il contenimento del contagio da Coronavirus vietando, fino al 25 marzo, ai cittadini di transitare a piedi o in bici, se non per ragioni di necessità come lavoro o fare la spesa, sulle piste ciclopedonali, sulle alzaie e su tutte le aree verdi, bastioni compresi. È vietato anche sedersi sulle panchine. Tutto questo, dopo che domenica parchi, piste ciclabili e aree verdi erano stati presi d’assalto dai veronesi. Così come era accaduto a Legnago dove già ieri il sindaco Graziano Lorenzetti aveva firmato un’ordinanza che da oggi vieta piste ciclopedonali, parchi, aree golenali dell’Adige e invita ancora una volta i cittadini a stare a casa.

Condividi con:

Articoli Correlati

Badia Calavena, ubriaco aggredisce la moglie al ristorante e poi ”morde” un carabiniere: 25enne arrestato

massimo

Ciclismo, Valjavec del Team Autozai Petrucci Contri terzo in volata alla 65^ Coppa Borgo Panica

massimo

Legnago e Cerea,  sgomberati dalle Forze dell’ordine un immobile ed un ex casello delle Ferrovie

massimo

Isola della Scala, domenica alla Fiera del Riso l’evento solidale “Un Risotto per Telethon”

massimo

Legnago, domani sera incontro su Ipnosi e Autostima con gli psicologi De Tomi e Varotto

massimo

Illasi, in preda all’alcool entra nella casa della consorte distruggendo la porta con una motosega: arrestato

massimo