8 C
Verona
7 Dicembre 2022
Cronaca In evidenza ultimaora

Emergenza Coronavirus, dopo Legnago anche Verona chiude piste ciclabili, aree verdi e vieta pure le panchine

Il sindaco di Verona, Gabriele Sboarina, ha firmato oggi una nuova ordinanza per il contenimento del contagio da Coronavirus vietando, fino al 25 marzo, ai cittadini di transitare a piedi o in bici, se non per ragioni di necessità come lavoro o fare la spesa, sulle piste ciclopedonali, sulle alzaie e su tutte le aree verdi, bastioni compresi. È vietato anche sedersi sulle panchine. Tutto questo, dopo che domenica parchi, piste ciclabili e aree verdi erano stati presi d’assalto dai veronesi. Così come era accaduto a Legnago dove già ieri il sindaco Graziano Lorenzetti aveva firmato un’ordinanza che da oggi vieta piste ciclopedonali, parchi, aree golenali dell’Adige e invita ancora una volta i cittadini a stare a casa.

Condividi con:

Articoli Correlati

Cerea, con la moto contro un’auto: un ferito grave a San Vito

massimo

S.Bonifacio, l’ex ospedale passerà al Comune che darò all’Ulss il terreno per la Casa della Comunità

massimo

Legnago, oltre 80 imprenditori alla serata organizzata dall’europarlamentare Borchia sule politiche Ue per l’energia

massimo

Verona, incidente tra due auto in corso Cavour con un ferito grave

massimo

Sona, finisce con l’auto contro un albero: è in gravi condizioni

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco