23.1 C
Verona
13 Luglio 2024
Cronaca In evidenza ultimaora

Emergenza Coronavirus, dopo Legnago anche Verona chiude piste ciclabili, aree verdi e vieta pure le panchine

Il sindaco di Verona, Gabriele Sboarina, ha firmato oggi una nuova ordinanza per il contenimento del contagio da Coronavirus vietando, fino al 25 marzo, ai cittadini di transitare a piedi o in bici, se non per ragioni di necessità come lavoro o fare la spesa, sulle piste ciclopedonali, sulle alzaie e su tutte le aree verdi, bastioni compresi. È vietato anche sedersi sulle panchine. Tutto questo, dopo che domenica parchi, piste ciclabili e aree verdi erano stati presi d’assalto dai veronesi. Così come era accaduto a Legnago dove già ieri il sindaco Graziano Lorenzetti aveva firmato un’ordinanza che da oggi vieta piste ciclopedonali, parchi, aree golenali dell’Adige e invita ancora una volta i cittadini a stare a casa.

Condividi con:

Articoli Correlati

Albaredo d’Adige, scomparso l’ex sindaco Erminio Guzzo: fu l’ultimo della Dc

massimo

Verona, un morto sulla Serenissima questa notte nello scontro tra due auto

massimo

Verona, festa della Cgil venerdì sabato e domenica nell’area verde davanti alle Piscine Santini

massimo

Legnago, scintille tra Ambrosini e il neosindaco Longhi nel primo consiglio della nuova amministrazione

massimo

Primo Giornale in distribuzione nell’Est Veronese, qui sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Ciclismo, Magagnotti (Autozai Contri) è campione europeo nell’inseguimento a squadre

massimo