7.3 C
Verona
24 Febbraio 2024
Basso Veronese Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora

Emergenza Coronavirus, il sindaco di Legnago vieta l’attività sportiva, le passeggiate, le soste sulle panchine e limita gli spostamenti con gli animali domestici

Con un’ordinanza firmata poche ore fa il sindaco di Legnago, Graziano Lorenzetti, ha deciso di vietare da oggi fino al 3 aprile, a causa dell’emergenza sanitaria provocata dalla diffusione del contagio da Covid-19, l’attività sportiva, le passeggiate, le soste sulle panchine e limita gli spostamenti per la gestione degli animali domestici.

«I decreti del presidente del Consiglio dei Ministri in data 8, 9 e 11 marzo si sono connotati, tra l’altro, per aver imposto sull’intero territorio nazionale stringenti misure restrittive della libertà di circolazione, consentendo solo gli spostamenti delle persone fisiche motivate da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute; vietando ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico e secondo il quale lo sport e le attività motorie svolte all’aperto sono ammesse a condizione che sia possibile garantire il rispetto della distanza interpersonale di un metro – spiega il primo cittadino nell’ordinanza – e visto che i controlli disposti in questi giorni hanno accertato che lo svolgimento di attività fisiche all’aperto costituisce motivo di aggregazione in cui non risulta possibile garantire il rispetto della necessaria distanza di sicurezza interpersonale di un metro; che in relazione all’andamento dei più recenti dati epidemiologici che segnalano in modo evidente l’aggravamento dell’emergenza è utile perseguire ogni misura volta alla tutela della salute pubblica provvedendo a limitare la mobilità delle persone motivate unicamente dallo svolgimento di attività sportiva o motoria ovvero per la gestione degli animali domestici; ho deciso di vietare su tutto il territorio comunale l’attività sportiva e motoria, comprese le passeggiate e le soste sulle panchine, e di limitare gli spostamenti per la gestione degli animali domestici per il tempo strettamente necessario e comunque in aree contigue alla residenza dei proprietari nel raggio di 400 metri».

Condividi con:

Articoli Correlati

Colognola ai Colli, ricevuto dal prefetto il 14enne che ha salvato un uomo dall’infarto: «Andremo assieme al Bentegodi»

massimo

Torri del Benaco, via ai lavori del secondo lotto della Ciclovia del Garda

massimo

Soave, confermato dal Tci il riconoscimento di Bandiera arancione alla cittadina murata

massimo

Legnago, arrestato dopo una fuga spericolata inseguito dai Carabinieri

massimo

Castel d’Azzano, rinasce il circolo del Pd con segretaria Elena Tedeschi

massimo

Salute, all’ospedale di Negrar il simposio mondiale sui trattamenti radioterapici di ultra precisione tramite Unity

massimo