5.4 C
Verona
27 Novembre 2022
Cronaca In evidenza ultimaora

Emergenza Coronavirus, la giunta del Veneto vara un piano da 5 milioni a sostegno di famiglie e imprese

Oggi la giunta regionale del Veneto ha approvato la prima proposta di variazione generale di bilancio, presentata dal vicepresidente e assessore al bilancio, Gianluca Forcolin. Valutata l’urgenza di provvedere prontamente alle spese su alcuni fronti emergenziali, la giunta ha proceduto con una revisione dei vari budget assegnati con l’approvazione del Bilancio di previsione 2020-2022.

In via prioritaria sono stati destinati 5 milioni e mezzo di euro agli interventi a sostegno delle imprese e famiglie venete nell’emergenza sanitaria conseguente alla diffusione del Coronavirus, in attesa che si concretizzi il provvedimento di legge Governativo su cui tutti gli assessori regionali e le loro strutture stanno già lavorando dalla scorsa settimana.

«Tutta la giunta ha concordato che in questa emergenza non c’è un minuto da perdere ed ha ritenuto di anticipare il decreto nazionale – sottolinea il vicepresidente -. Stamattina è stata destinata la somma di 5 milioni e mezzo, in accordo con la collega alla scuola ed al lavoro, Elena Donazzan, che la ha messa a disposizione dai fondi a bilancio del proprio assessorato per un primo intervento a sostegno delle imprese e dei lavoratori e garantire aiuto a situazioni produttive meritevoli che, seppur residuali, potrebbero sfuggire alla copertura assicurata dalla legislazione nazionale».

Condividi con:

Articoli Correlati

Bovolone, 86enne investito da un’auto: è gravissimo

massimo

Verona, grazie ad Adiconsum recupera 4500 euro sottrattigli con una truffa bancaria via sms

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Nogara, al Teatro Comunale in scena “Come respirare. Storie di ordinaria violenza” sul tema della violenza di genere

massimo

Verona, ATV a Job&Orienta per cercare nuovi autisti tra i giovani

massimo

Verona, domani apre “Jo&Orienta” con 400 tra scuole, università, agenzie del lavoro e realtà come Acque Veronesi

massimo