17 C
Verona
22 Maggio 2024
Cronaca In evidenza ultimaora

Emergenza Coronavirus, nel Veronese 43 nuovi casi (10 a Legnago) e tre morti

Tre morti e 66 nuovi casi di Coronavirus nel Veronese questa sera per un totale di 827 contagiati. I deceduti in provincia salgano quindi a 24 (i decessi sono avvenuti uno all’ospedale di Negrar, uno a quello di Legnago ed uno a Villafranca), mentre sono 260 i ricoverati dei quali 70 in terapia intensiva.

È il bilancio del bollettino regionale delle 17 per la provincia di Verona. In totale in Veneto i decessi salgono a 140 (+9). I contagiati in Veneto sono arrivati a 4.237 (+26) con 12.432 persone in isolamento domiciliare (un dato che comprende sia i positivi al tampone che le persone entrate in contatto con questi), mentre a Verona in isolamento domiciliare sono in 2.531.

I ricoverati sono 1165 (+95) in tutto il Veneto, dei quali 246 in Terapia intensiva (+10). Nel Veronese i ricoverati sono 82 all’ospedale di Borgo Roma, dei quali 18 in terapia intensiva (+2); 41 a Borgo Trento, dei quali 26 in terapia intensiva (+1); 36 a Legnago (+10) di cui 8 in terapia intensiva; 6 a San Bonifacio (+1); 12 a Villafranca (+5) di cui 8 in terapia intensiva; 49 a Negrar (-1) dei quali 8 in terapia intensiva; 26 alla clinica Pederzoli di Peschiera del Garda (+6) di cui 2 in terapia intensiva.

Condividi con:

Articoli Correlati

San Bonifacio, alzato il ponte della Motta per far passare l’Alpone in piena

massimo

Maltempo, Soave conta i danni con oltre 170 abitazioni allagate fino al piano terra, una cantina devastata e 11 frane

massimo

San Pietro di Morubio, un morto nel ribaltamento di un’auto

massimo

San Bonifacio e Soave, attenti a finti tecnici di Acque Veronesi

massimo

Ciclismo, Magagnotti (Autozai Contri) secondo tra i giovani in Nations Cup

massimo

Meteo, nuova allerta in tutto il Veneto per forti piogge. “Rossa” nel Basso Veronese

massimo