6.3 C
Verona
29 Novembre 2022
Cronaca In evidenza ultimaora

Emergenza Coronavirus, nel Veronese 53 nuovi casi e quattro decessi rispetto a ieri sera

Quattro decessi e 53 nuovi casi di Coronavirus nel Veronese dl report della Regione di questa mattina per un totale di 1046 contagiati. Non si ferma l’emergenza a Verona, dove i deceduti in provincia salgano a 29 (due all’ospedale di Borgo Roma, uno in quello di Legnago ed uno in quello di Peschiera del Garda), mentre sono 352 i ricoverati (+ 7) dei quali 79 in terapia intensiva. I guariti sono in tutto il Veneto 309.

È il bilancio del bollettino regionale delle 17 per la provincia di Verona. In totale in Veneto i decessi salgono a 169 (+5). I contagiati sono arrivati a 5.122 (+313) con 14.268 persone in isolamento domiciliare (un dato che comprende sia i positivi al tampone che le persone entrate in contatto con questi), mentre a Verona in isolamento domiciliare sono in 2.767.

I ricoverati sono 1846 (+27) in tutto il Veneto, dei quali 255 in Terapia intensiva (-2). Nel Veronese i ricoverati sono 91 all’ospedale di Borgo Roma (+1), dei quali 18 in terapia intensiva; 61 a Borgo Trento (+1), dei quali 28 in terapia intensiva; 38 a Legnago (+1) di cui 8 in terapia intensiva; 9 a San Bonifacio (-1) di cui 1 in terapia intensiva (+1); 72 a Villafranca (+5) di cui 11 in terapia intensiva (+3); 55 a Negrar (+1) dei quali 8 in terapia intensiva (-1); 26 alla clinica Pederzoli di Peschiera del Garda (-1) di cui 5 in terapia intensiva.

Condividi con:

Articoli Correlati

Cologna Veneta, vinto un premio da 20 mila euro al 10eLotto

massimo

Verona, sette persone all’ospedale, di cui 4 gravi, per un incidente tra più auto

massimo

Bovolone, 86enne investito da un’auto: è gravissimo

massimo

Verona, grazie ad Adiconsum recupera 4500 euro sottrattigli con una truffa bancaria via sms

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Nogara, al Teatro Comunale in scena “Come respirare. Storie di ordinaria violenza” sul tema della violenza di genere

massimo