22.5 C
Verona
25 Luglio 2024
Cronaca In evidenza ultimaora

Emergenza Coronavirus, rinviata all’anno prossimo la stagione lirica in Arena. Sboarina: «Perdiamo 20 milioni di euro»

Alla fine la decisione è arrivata: il Festival lirico 2020 in Arena non si farà, tutto è stato rinviato, causa Coronavirus, al 2021, Ad annunciarlo oggi in videoconferenza il sindaco di Verona, Federico Sboarina ed il sovrintendente della Fondazione Arena, Cecilia Gasdia.  La programmazione 2020 sarà sostituita dal progetto “Nel cuore della musica” che vedrà una serie di serate di lirica in agosto. Naturalmente con tutte le misure di sicurezza che alla fine prevedono l’accoglienza di soli 3000 spettatori rispetto ai normali 13 mila delle serate areniane.

«Non vogliamo un 2020 silenzioso in Arena e quindi pensiamo di allestire in agosto una serie di serate in una cornice completamente nuova e diversa – ha spiegato la sovrintendente Gasdia -. Il progetto “Nel cuore della musica, fra i tanti che abbiamo preso in esame, è quello che più ci aggrada anche perché sostenuto da innumerevoli artisti. Saranno una decina di spettacoli nei fine settimana di agosto da estendere a settembre».

Il progetto per il 2020 prevede un assetto del teatro completamente diverso da come è stato visto. Il palcoscenico sarà nella platea, ospiterà orchestra e coro, posizionato su un piedistallo a debita distanza, con un protocollo sanitario che la Fondazione sta ultimando e che invierà alle autorità competenti a breve. «Siamo a maggio e ci auguriamo e speriamo che nell’arco di tre mesi la situazione possa cambiare», ha detto Gasdia, che ha anche presentato il calendario del 98/o Festival che sarà riproposto nel 2021 con gli stessi spettacoli programmati quest’anno: Pagliacci-Cavalleria Rusticana (nuovo allestimento con la regia di Gabriele Muccino che il prossimo 13 giugno avrebbe dovuto inaugurare il festival) Aida, Nabucco, La Traviata, Roberto Bolle and Friends e il Gala IX Sinfonia di Beethoven.
«Sostenere un Festival quest’anno era impossibile – ha concluso il sindaco Sboarina, che è anche presidente della Fondazione areniana -. Il nostro business è basato su 13.500 spettatori, e fare un Festival con 3 mila è economicamente improponibile. L’Arena è il più grande teatro aperto del mondo e stimiamo che quest’anno i mancati incassi saranno nell’ordine di 20 milioni di euro».

Condividi con:

Articoli Correlati

Tumore al pancreas, Verona e Roccella Jonica insieme per curarlo con una borsa di studio dedicata a Elisa

massimo

Bardolino, tedesco ricercato per omicidio doloso e furto arrestato dalla Polizia municipale

massimo

Viabilità, riaperta ieri la Provinciale 20 tra Nogara e Salizzole

massimo

Verona, 33 arresti contro la rete di criminali che rapinava, scippava, aggrediva persone davanti alla Stazione

massimo

Malcesine, precipita con il parapendio lanciandosi dal monte Baldo: morto

massimo

Verona, consegnate da Tosi e Bisinella al carcere di Montorio 11 tonnellate di piastrelle per rifare le docce

massimo