5.4 C
Verona
29 Novembre 2022
Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora Valpolicella

Emergenza idrica nell’alta Valpolicella: dovuta all’arrivo delle viti?

depurazione-acque

È emergenza idrica nell’alta Valpolicella. Da ieri sera la zona di Cavalo di Fumane è senz’acqua. Ancora alle 8 di questa mattina i rubinetti erano a secco ed Acque Veronesi, tempestata da telefonate di cittadini arrabbiati, non poteva rispondere che «i serbatoi sono rimasti senz’acqua e quindi dobbiamo portare i rifornimenti con le autobotti. Ci vorrà tutta la mattinata. Il motivo? Probabilmente l’eccesso di consumo».

Già l’eccesso di consumo. Ma di chi visto che il Comune di Fumane già dalla scorsa settimana ha emesso l’ordinanza di divieto assoluto di utilizzo dell’acqua dell’acquedotto per uso diverso da quello alimentare ed igienico. Sta di fatto che l’emergenza idrica, a Cavalo, da quanto si ricordi, è scoppiata tre anni fa, quando per la prima volta ad inizio estate il paese rimase senz’acqua. È un caso che corrisponda con l’arrivo in massa zona della coltivazione della vite? È vero che molti agricoltori si sono dotati di pozzi propri. Ma questi quanti sono e dove pescano? Forse nella stessa falda da cui attinge l’acquedotto? Un dato è certo: da tre anni ogni estate la zona dell’alta Valpolicella va in emergenza idrica.

Condividi con:

Articoli Correlati

Cologna Veneta, vinto un premio da 20 mila euro al 10eLotto

massimo

Verona, sette persone all’ospedale, di cui 4 gravi, per un incidente tra più auto

massimo

Bovolone, 86enne investito da un’auto: è gravissimo

massimo

Verona, grazie ad Adiconsum recupera 4500 euro sottrattigli con una truffa bancaria via sms

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Nogara, al Teatro Comunale in scena “Come respirare. Storie di ordinaria violenza” sul tema della violenza di genere

massimo