30.4 C
Verona
17 Agosto 2022
In evidenza Politica ultimaora

Endrizzi e Berti (M5S): «No alle chiusure di punti nascita in Veneto»

«L’ipotesi di chiusura dei punti nascita di alcuni ospedali veneti va scungiurato, ma Zaia e la Lega facciano la loro parte». A dirlo, oggi, sono Giovanni Endrizzi, senatore M5S, e Jacopo Berti, consigliere regionale M5S Veneto, che ieri hanno incontrato sul tema il ministro della Salute, Giulia Grillo (5 Stelle).

«Noi siamo assolutamente contrari alla chiusura dei punti nascita di ospedali strategici per il territorio e per i cittadini. Ci sono molte più valutazioni da fare rispetto a quante ne hanno messe sulla carta, senza conoscere la realtà di una regione complessa come il Veneto, i burocrati del vecchio Governo – dicono Endrizzi e Berti -. Abbiamo già preso contatti con il Ministro Giulia Grillo e stiamo iniziando un ragionamento basato sulle effettive necessità dei territori coinvolti in questa serie di tagli e chiusure. Lo porteremo avanti nell’interesse dei veneti. Sappiamo però che il sottosegretario alla Salute che si occupa di queste tematiche è il leghista Maurizio Fugatti. Non capiamo quindi come mai Zaia non sia intervenuto con i suoi referenti politici al Governo come abbiamo fatto noi. Ne va della qualità e del futuro della sanità veneta, ognuno deve fare la sua parte».

Condividi con:

Articoli Correlati

Rivoli Veronese, ciclista deceduto dopo essere stato investito da un’auto

massimo

Politiche 2022, i candidati del Pd nel Veronese: all’Uninominale alla Camera Foglia di Valeggio e Sterchele di S. Bonifacio

massimo

Malcesine, sabato si inaugura la mostra del pittore Athos Faccincani

massimo

Brenzone, cadono in modo da soli: due feriti gravi

massimo

Sanità, nell’Ulss 9 già 27 mila cittadini senza medico ed altri 16 mila nelle prossime settimane per pensionamenti

massimo

Roverchiara, “Cereal Docks Organic”: «In fiamme solo un magazzino. Produzione salva»

massimo