26.8 C
Verona
12 Luglio 2024
Basso Veronese Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora

Gazzo Veronese: al via i cantieri di Acque Veronesi per nuove reti fognarie e acquedottistiche

Un chilometro e mezzo di nuove condotte, tra acquedotto e fognatura, a servizio di 150 residenti. Prosegue l’estensione delle infrastrutture del servizio idrico integrato a Gazzo Veronese e, contestualmente, si gettano le basi per l’avvio del terzo stralcio dell’imponente cantiere avviato negli anni scorsi, relativo al futuro sistema acquedottistico della Pianura Veronese.

È, infatti, partito in questi giorni il cantiere di Acque Veronesi nelle vie Paglia e Campagnon nel Comune di Gazzo Veronese e via Fontanon nel Comune di Nogara. Con un unico scavo si realizzerà un nuovo tratto di rete fognaria che convoglierà i reflui delle circa 60 abitazioni al depuratore di Nogara e si poserà una condotta idrica di distribuzione che sarà collegata all’esistente tubazione in acciaio. Ciò comporterà un’importante ottimizzazione dei tempi e dei costi di scavo e di ripristino del manto stradale in via Paglia, riducendo così in maniera sensibile i disagi ai residenti.  I lavori termineranno nel settembre 2024 e avranno un costo complessivo di circa 700 mila euro, 500 per le nuove reti fognarie e 200 per quelle idriche. A partire da quella data sarà pienamente operativo il servizio di depurazione, mentre l’erogazione dell’acqua di rete avverrà alla realizzazione dell’ultimo stralcio della Nogara – Gazzo, in programma l’anno prossimo.

«È un altro importante tassello nell’imponente cantiere relativo al futuro sistema acquedottistico della Pianura Veronese, che prevede l’avvio del terzo stralcio già a partire dai prossimi mesi, con la realizzazione dell’interconnessione delle reti idriche tra Nogara e Gazzo – commenta il presidente di Acque Veronesi, Roberto Mantovanelli (nella foto) –. Interveniamo in una zona dove sono storicamente presenti inquinanti naturali come arsenico, ferro e manganese, realizzando infrastrutture e predisponendo gli allacci per portare in un prossimo futuro acqua di qualità e controllata, oltre che un servizio essenziale per la collettività e per l’ambiente come quello della depurazione. Il tutto ottimizzando le opere di scavo, i tempi e l’utilizzo del denaro pubblico».

«Un intervento atteso da anni dal nostro territorio. Ringrazio i vertici di Acque Veronesi per aver risolto in maniera definitiva alcune criticità legate all’ambiente che storicamente interessavano questa zona – dice il sindaco di Gazzo Stefano Negrini – Un’opera che testimonia la fattiva collaborazione tra la nostra amministrazione e la  società consortile».

Condividi con:

Articoli Correlati

Albaredo d’Adige, scomparso l’ex sindaco Erminio Guzzo: fu l’ultimo della Dc

massimo

Verona, un morto sulla Serenissima questa notte nello scontro tra due auto

massimo

Verona, festa della Cgil venerdì sabato e domenica nell’area verde davanti alle Piscine Santini

massimo

Legnago, scintille tra Ambrosini e il neosindaco Longhi nel primo consiglio della nuova amministrazione

massimo

Primo Giornale in distribuzione nell’Est Veronese, qui sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Ciclismo, Magagnotti (Autozai Contri) è campione europeo nell’inseguimento a squadre

massimo